lunedì 29 agosto 2011

Biscotti alla Lavanda

 
 
 

Non voglio vedere smorfie!!! Curiosa del risultato, ho messo la lavanda nei biscotti!!
Non ho scoperto nulla, lo so è una vecchia ricetta, ma.. volevo provare!!!
A dir la verità, le ricette che ho trovato prevedevano una quantità maggiore di fiori, ma seguendo il mio gusto, ne ho inserita poca poca, giusto un'idea!!!!
Pensate che ho lottato con la bilancia per pesarne un grammo, ovvero la punta di un cucchiaino da caffè!!! Nonostante la minimissima quantità, si percepisce nettamente la fragranza che però risulta non invadente e soprattutto non fastidiosa.
La prova bontà? ..vediamo!!??!! ..divorati dal maritino delicatisssssimoooooo in fatto di gusti e profumi!!!!
Mi raccomando, poca o tanta, ma usate lavanda non trattata!!!!

INGREDIENTI:
  • 100 gr di burro
  • 60 gr di zucchero di canna
  • 1 gr di lavanda (la punta di un cucchiaino)
  • la scorza di un limone grattugiato
  • 90 gr di farina di riso Molino Rossetto
  • 90 gr di farina "00" Molino Rossetto
Preriscaldate il forno a 150° e imburrate una teglia grande.
Frullate lo zucchero con la lavanda nel mixer, aggiungete la scorza di limone, il burro ammorbidito e continuate a frullare fino a ottenere un composto soffice.
Trasferitelo in una terrina con le farine setacciate e impastate formando un composto sodo.
Mettete l'impasto tra due fogli di carta forno e stendete la pasta. Togliete il foglio superiore e tagliate i biscotti.
Trasferite i biscotti nella teglia e bucherellateli con una forchetta.
Mettete nel forno già caldo a 150° per 15 minuti finchè i biscotti non saranno leggermente dorati.
Toglieteli dal forno, non toccateli finchè non saranno completamente freddi, poi spolverizzateli con lo zucchero di canna.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 25 agosto 2011

Fiori di Zucca alla Ricotta

 
 
 

Ciaooo!!!
Vi piacciono i fiori di zucca?? A me piacciono molto, solo che.. non amo i fritti e la possibilità di cucinarli saltando questo metodo di cottura.. riduce drasticamente la varietà di ricette.
Qualche giorno fa, sfogliando un vecchio numero di Cucina moderna Oro, ho trovato questa ricetta light, colorata, invitante.. che così.. ad occhio, poteva soddisfare la mia voglia di cucinare i coloratissimi fiori.
Fiori di zucca, zucchine, pomodori e timo fresco, tutto in casa. Ho provato.
Un sottile strato di besciamella "alleggerita", tanti fiori ripieni di ricotta e zucchine ed infine una dadolata di pomodori profumati con del timo fresco. 180 calorie a porzione, assolutamente da rifare.
Soddisfatta!!!!

INGREDIENTI:
  • 14 fiori di zucca
  • 3 zucchine
  • 50 gr di farina
  • 3 pomodori
  • 1 spicchio d'aglio
  • 250 gr di ricotta
  • timo
  • 1/2 litro di latte scremato
  • 30 gr di burro
  • 80 gr di grana padano grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Spuntate le zucchine, lavatele, tagliatele a strisce di 2-3 mm di spessore, nel senso della lunghezza, con un pelapatate.
Riducete le striscie a fiammifero.
Scaldate un cucchiaio di olio con lo spicchio d'aglio spellato, rosolate le zucchine per 5 minuti ed eliminate l'aglio.
Mischiate la ricotta con 50 gr di grana padano. Unite le zucchine preparate in precedenza, regolate di sale e pepe e mescolate.
Riempite i fiori di zucca lavati e asciugati con il composto preparato.
Sciogliete il burro in una padella, unite la farina e fatela tostare per qualche minuto. Versate il latte freddo, mescolando con la frusta. Proseguite la cottura per 6-7 minuti, mescolando sempre.
Aggiungete alla besciamella 20 gr di grana padano, mescolate e regolate di sale e pepe.
Versate la besciamella nella pirofila. Disponete i fiori di zucca farciti in fila su un lato della pirofila e fateli sprofondare nella salsa.
Posizionate i pomodori (spellati, privati dei semi, tagliati a cubetti e ben sgocciolati) sull'altro lato.
Spolverizzate con il grana rimasto e cuocete in forno già caldo  180° per circa 15 minuti.
Profumate i pomodori con del timo fresco e servite.
Riporto la ricetta come trovata sulla rivista, ho apportato solo piccole modifiche, risultato ottimo.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 22 agosto 2011

Gelato alla Nocciola

 
 
 

Caldo caldissimo e tanta voglia di gelato!!!
Qualche giorno fa, io e la mia bambina abbiamo raccolto le prime nocciole, dono del nostro albero.
Inauguriamo la stagione del raccolto con uno squisito gelato.
Felice lunedì a tutti!!!

INGREDIENTI:
  • 2 dl di latte
  • 2 dl di panna montata
  • 80 gr di nocciole tritate
  • 2 uova
  • 70 gr di zucchero
Scaldate il latte senza farlo bollire, quindi lasciatelo raffreddare.
Mescolate a lungo lo zucchero con le uova fino a ottenere una crema soffice, diluite con il latte e fate cuocere su fiamma bassa il composto ottenuto.
Levate dal fuoco appena accenna il bollore e lasciate raffreddare.
Tritate grossolanamente le nocciole.
Diluite le nocciole tritate con la miscela di latte e uova e incorporate poi la panna montata, mescolando con delicatezza dal basso verso l'alto.
Versate il composto in gelatiera e azionatela per 30 minuti, o finchè il gelato avrà assunto la giusta consistenza.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 18 agosto 2011

Torta fredda di Pesche e Amaretti

 
 
 

Quest'anno i miei alberelli di pesche sono stati generosissimi.
Tante.. tante pesche a dire il vero.. troppe!!
Oggi vi propongo una rivisitazione della classica ricetta piemontese delle pesche ripiene di cioccolato e amaretti. Non me ne vogliate!!! Adoro pasticciare e con gli stessi ingredienti ho realizzato una torta.
Se capitate in  Piemonte, vi consiglio però di assaggiare la ricetta tradizionale!!!!!
Pochi ingredienti assolutamente di qualità.
Tanta frutta di stagione, pochissimo zucchero per ottenere un dessert morbidissimo da gustare freddo.
In autunno lo preparo con le mele, stesso procedimento. Buonissimo!!

INGREDIENTI:
  • 1kg e mezzo di pesche mature e dolci
  • 200 gr. di amaretti secchi
  • 50 gr. di zucchero
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 5 fette biscottate
  • 1 uovo
Sbucciate e tagliate a spicchi le pesche e cuocetele in una padella finchè non si disfano.
Schiacciate e sbriciolate grossolanamente gli amaretti e le fette biscottate, aiutandovi con un batticarne.
Unite i biscotti sbriciolati alle pesche, aggiungete il cacao, lo zucchero e mescolate bene aiutandovi con due cucchiai.
Aggiungete l'uovo sbattuto. Mescolate ancora.
Versate il composto in una tortiera imburrata.
Cuocete la torta per circa un'ora a forno preriscaldato a 180°.
Lasciate in forno spento per altri 10 minuti.
Decorate a piacere con amaretti e fettine di pesca fresca.
Servite il dolce freddo da frigo.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

mercoledì 10 agosto 2011

Pane al Pesto

 
 
 
 

..non amo il pane, ne acquisto molto poco!! .. ho disabituato il marito all'uso di questo alimento.
A volte.. specialmente quando preparo pietanze che ben si presterebbero alla ghiotta scarpetta, mi prende in giro dicendomi: "Lory il pane? Non c'è vero? Allora passami una cannuccia!!!"
Di solito rido anche se mi sento un filino in colpa!!!!
Comunque.. vado a periodi!!!
Ieri per esempio ho preparato il pesto, direte.. cosa c'entra il pesto con il pane?
Vi racconto!!.. tranquilli è breve!!
..tempo fa, degli amici, avendo accusato il colpo sulle proprie spalle, (ovvero cena senza pane) mi hanno omaggiata..  di un fantastico libro sulla panificazione.
Ecco, bene, proprio in quel libro, mi ricordavo di aver adocchiato uno splendido pane con il pesto!!
Sfoglia, sfoglia, sfoglia!!!! Trovato!!!
Voglia immediata!!
Pesto fresco!!
Temperatura ideale!!
Parto!!!!
Per impastare ho usato le nerborute braccia del mio fido aiutante Kenwood, con lui è impossibile sbagliare!!
Risultato.. pane spettacolare!!
Marito soddisfatto?? Così e così!!!.. è vero.. ieri sera c'era il pane, ma nessun sughetto!!!!!
Mai contenti questi uomini!!!!!!!!!!

INGREDIENTI:
  • 140 ml di latte a temperatura ambiente
  • 150 ml di acqua
  • 30 ml di olio extravergine di oliva
  • 450 gr di farina manitoba
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino abbondante di sale
  • 1 bustina di lievito secco attivo
  • 7 cucchiai di pesto
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva per spennellare
  • 1 cucchiaino di sale grosso per la decorazione
Togliete il latte dal frigo 30 minuti prima di utilizzarlo per portarlo a temperatura ambiente.
Versate l'acqua, il latte e l'olio extravergine di oliva nel cestello dell'impastatrice.
Setacciate la farina, aggiungete il sale e lo zucchero.
Praticate un leggero incavo al centro della farina e versate il lievito.
Inserite il gancio e impastate per una ventina di minuti.
Estraete il gancio coprite l'impasto con della pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio.
Togliete la pasta dal cestello picchiettatela con delicatezza poi stendetela fino a ottenere un rettangolo spesso circa 2 cm e lungo circa 25.
Spalmate il pesto sopra l'impasto. Lasciate un bordo libero di 1 cm su un lato lungo.
Arrotolate l'impasto nel senso della lunghezza, ripiegate le estremità.
Ungete leggermente uno stampo da 25x10 cm, io ho utilizzato lo stampo da plumcake Guardini.
Mettete l'impasto arrotolato nello stampo con la linea di giunzione rivolta verso il basso.
Coprite il rotolo con della pellicola unta d'olio e lasciate lievitare per 45 minuti circa o finché le sue dimensioni non sono più che raddoppiate e hanno raggiunto l'orlo dello stampo.
Preriscaldate il forno a 220°
Togliete la pellicola trasparente e spennellate la parte superiore del rotolo con un cucchiaio di olio.
Con un coltello molto affilato, praticate 4 tagli diagonali sulla superficie, ripetete in senso opposto, creando un reticolo incrociato.
Cospargete di sale grosso.
Cuocete in forno per 25-30 minuti o finché il pane non è dorato e suona vuoto.
Sformate su una griglia e fate raffreddare.



Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 8 agosto 2011

Paste di Meliga

  
 
 

Oggi, sbocconcelliamo insieme un biscottino della tradizione piemontese!!
Le paste di meliga o "paste d'melia", sono biscotti preparati con farina di mais. Ho utilizzato "Fumetto" Molino Rossetto.
Pochissimi ingredienti per un biscotto che deve essere croccante, solubile in bocca e assolutamente non untuoso. Sono ottime servite con il te'. Un tempo invece venivano consumate a fine pasto, intinte in un bicchiere di Barolo.
Come al solito.. Lory pasticciona ha litigato con la bocchetta della sac à poche..
..per quanto grande .. troppo piccola!!!
.. per questo mi son dovuta arrangiare.. e non son riuscita a conferire al 100% l'aspetto
rustico e ruvido.. che li contraddistingue.
Il gusto e la friabilità però .. giuro .. sono presenti!!!

INGREDIENTI:
  • 250 gr. di farina di mais Fumetto "Molino Rossetto"
  • 200 gr. di farina "00" Molino Rossetto
  • 200 gr. di burro
  • 2 uova
  • 160 gr. di zucchero
  • scorza di limone
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
Montate il burro fuso con lo zucchero fino ad ottenere una crema.
Unite le uova e mescolate. Aggiungete la buccia di limone grattugiata e il pizzico di sale.
A questo punto, setacciate sul composto preparato le due farine con il lievito. Impastate.
Dovete ottenere una frolla, non dura.
Con la sac à poche, formate delle ciambelline di 4-5 cm di diametro.
Preriscaldate il forno a 180°. Fate cuocere per 15 minuti.




Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

venerdì 5 agosto 2011

Mg.. Hurricane Cake

 
 

Questa è la cheesecake della mia amica Mg Hurricane.
Un'amica.. un uragano.. in tutti i sensi!!
Realizzato sotto la sua supervisione, questo dolce, decisamente calorico è goduriosissimo.
Mg ha percorso parecchi chilometri per passare con me qualche giorno, portando con se..
.. un vento di simpatia e grande affetto!!!!! Grazie!!

Felice fine settimana!!!!!!!!!


INGREDIENTI:
  • 400 gr. di biscotti secchi integrali
  • 250 gr. di burro fuso
  • 400 gr. di Philadelphia
  • 160 gr. di zucchero
  • 1 yogurt al cocco
  • 4 uova
  • 250 gr. di cioccolato fondente
  • caramello
  • farina di cocco
Sbriciolate i biscotti e mescolateli con il burro fuso aiutandovi con le mani.
Imburrate leggermente uno stampo a cerniera e versate i biscotti, premendo bene e creando così la base della torta.
Mettete nel mixer le uova con lo zucchero, frullate e aggiungete il Philadelphia e lo yogurt. Frullate di nuovo.
Versate la crema sulla base dei biscotti e fate cuocere il tutto a 150° per circa 1 ora.
Fate raffreddare la torta.
Fondete il cioccolato, versatelo sulla cheesecake e livellate, facendolo colare sui bordi.
Mettete in frigo.
Prima di servire, spolverate con della farina di cocco e se volete versate sulla fetta un cucchiaio abbondante di caramello.



Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 1 agosto 2011

Sauté di cozze .. e Farro

 
 
Cozze .. e farro??? Sei matta??
No, non sono matta, sono l'unica domatrice di forno e fornelli di casa!! .. quindi decido io, senza troppe domande seguendo l'ispirazione o le voglie giornaliere.
Risultato?? Si sono leccati i gusci!!!
L'unico accorgimento, secondo me, non lesinate con il pomodoro. Abbondate, per amalgamare e legare le cozze con il farro.
Buono tiepido!!!!

INGREDIENTI:
  • 700 gr. di cozze
  • 3 pomodori maturi
  • 2 spicchi d'aglio
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di vino bianco o brodo di pesce
  • 1 peperoncino rosso
  • prezzemolo
  • sale
  • 250 gr. di farro

Fate bollire abbondante acqua salata, lessate il farro seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, in media 25 minuti. Conditelo con un filo d'olio.
Lavate accuratamente le cozze.
Lavate  e tagliate i pomodori e tritate il prezzemolo.
In una cassaruola scaldate l'olio extravergine di oliva con 1 spicchio d'aglio tritato finemente, il peperoncino sbriciolato e poco prezzemolo.
Aggiungete le cozze.
Sfumate con il vino. Fate riprendere il bollore, aggiungete i pomodori e il prezzemolo rimasto e cuocete coperto finchè le cozze non si apriranno.
Servite una porzione di farro e coprite con il sautè di cozze.
Io, per praticità elimino una parte di gusci.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest