martedì 17 settembre 2013

Pardulas


Particolarmente colpita dalla bontà di questi dolcetti assaggiati a luglio in Sardegna, ho deciso di prepararli con le mie mani. 
Felicissima per il risultato, ho commesso però un grande errore, per paura che la farcia colasse in cottura, ne ho messa poca, la prossima volta abbonderò sicuramente :)
Ricetta presa qui, ho aggiunto solo una spolverata di zucchero a velo ed un cucchiaino di miele.



Sempre con me:
Farine Molino Rossetto
Miele di acacia Rigoni di Asiago
Teglie da forno rettangolari Linea Keramia Guardini

INGREDIENTI:
  • 200 g di semola finissima
  • 200 g di Farina "00" Molino Rossetto
  • 50 g di strutto
  • 1 pizzico di sale
  • acqua tiepida q.b.
  • 500 g di ricotta fresca
  • 150 g di zucchero
  • 3 uova
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • un pizzico di zafferano
  • miele di acacia per servire
  • zucchero a velo

Su una spianatoia, setacciate la farina di semola e la farina "00", unite un pizzico di sale e lo strutto, iniziate ad impastare, aiutandovi con acqua tiepida. Lavorate energicamente gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Coprite e lasciate riposare l'impasto per circa trenta minuti.
Nel frattempo, preparate la farcia.
In una terrina mescolate la ricotta fresca, le uova, lo zucchero, lo zafferano e la buccia grattugiata del limone e dell'arancia.
Con un mattarello, stendere la pasta sottile e con un coppapasta infarinato, ritagliate i dischi di circa 8-10 cm di diametro.
Distribuite al centro di ogni dischetto 1 cucchiaio di ripieno. Sollevate il bordo della pasta intorno al ripieno e pizzicatela in più punti, in modo da formare un cestino.
Disponete le pardulas, non troppo vicine, su più teglie foderate con carta forno.
Cuocete per circa 25-30 minuti a 170° (forno preriscaldato).
Ottime servite tiepide cosparse di zucchero a velo e ingolosite con un cucchiaio di miele.

54 commenti:

  1. Tu colpita,io folgorata da questa visione!Ho sempre avuto voglia di provarli a fare in casa,ora tu mi porgi la ricetta su un piatto d'argento,posso esimermi?!Certo che no...tesoro,anche se non cicciotti,li immagino deliziosi come ogni cosa che prepari!
    Un baciotto amica mia e bellissima giornata(qua piove...pensa volevo andà al mare :()

    RispondiElimina
  2. Che buone! Leho mangiate solo una volta e mi sono rimaste nel cuore. Le tue sono favolose, bellissime e perfette. Un abbraccio, buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  3. Tesoro.. quel miele sopra è per me un richiamo folle e irresistibile.. Sei come sempre stupenda e hai fatto delle pardulas a dir poco perfette! <3 Non ci riuscirei mai a riprodurle così!! TVTTTTB stellina mia!

    RispondiElimina
  4. anche io ho letto da qualche parte di questi dolcetti ma non li ho mai preparati, ottima ricetta golosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Io li adoro questi dolcetti!!!

    RispondiElimina
  6. Mammina che impresa Lory!!!! Mica facili da fare!! Bravissima!

    RispondiElimina
  7. WOW LORY CHE GOLOSI , NON LE HO MAI MANGIATI SONO CURIOSA E SON CERTA CHE SONO UNO TIRA L'ALTRA.

    RispondiElimina
  8. li ho mangiati tanti anni fa in Sardegna, sono deliziosi ! Buona settimana cara, un abbraccio !

    RispondiElimina
  9. Direi tutto perfetto...
    sei bravissima Lory!
    Un abbraccio, Michela

    RispondiElimina
  10. Io li mangio sempre quando vado al mio ristorante sardo perferito, sono davvero buonissimi! Non so se sarei in grado di farli, ma devo dire che a te sono venuti prorio benissimo non mi sembra che il ripieno sia poco!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ma che piccoli raggi di sole amica mia sono di uno splendore questi biscotti e poi fatti con una precisione..sono incantata credimi, non mi resta che provarli!!!Bacioni grandi e tanti tvbbbbbbbbbbbb,
    Imma

    RispondiElimina
  12. Caspita per essere la rpima volta che li prepari ti sono venuti perfetti, brava come sempre!!

    RispondiElimina
  13. Conosco benissimo qusti dolcetti.. che al ristorante sardo dove andiamo chiamano formaggelle.. Troppo buone1! Ti son venute perfette!!!! Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  14. devono essere buoni da svenire!!!!

    RispondiElimina
  15. Praticamente sono dei biscotti farciti di ricotta con sopra zucchero a velo e miele.
    Ciao io svengo <3

    RispondiElimina
  16. Loryyy, che meraviglia! Noi le abbiamo prese in una pasticceria famosa che le fa freschissime, ogni anno non ce le perdiamo! Ma tu sei magica, cosa non sai fare?? Devo provarle, anche queste!
    Un abbraccio enorme e... grazie che sopporti sempre le mie chiacchiere :P TVB baci baci

    RispondiElimina
  17. mani d'oro nemmeno in sardegna ne ho visti di cosi belli che voglia d'assagiarli

    RispondiElimina
  18. Ma che meraviglia Lory! Hai fatto un vero capolavoro, e mi hai fatto davvero venire l'acquolina. Un bacione

    RispondiElimina
  19. che buone! mia zia che è della sardegna ce li portava ogni volta che tornava a casa, favolosi!!!

    RispondiElimina
  20. Ciao Lory, le mangiavo sempre anche io quando andavo in Sardegna, mi piacciono un sacco, quindi grazie mille per la ricetta!!! A me le tue sembravo perfette e poi con quella colata di miele sopra...divine!!! Bravissima!!!
    bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
  21. Ciao carissima!! ♥
    Certo che devono essere il massimo queste "pardulas"! :) Ci credo che ne sei rimasta colpita...solo a vederli si capisce quanto siano buone..mmh...col miele poi! Mi sono segnata la ricetta..beh, già come le hai preparate tu sono ottime figuriamoci con più farcia!
    Bravissima Lory! Ti sono venute alla perfezione ♥
    Buona notte
    Incoronata.

    RispondiElimina
  22. Ciao cara sei stata in Sardegna?Bella ci vorrei andare...mai fatti ne mangiati devo rimediare!!!Bravissima!!Notte un bacione

    RispondiElimina
  23. che biscottini spettacolari...
    appagano anche la vista, il gusto lo do per scontato, sulla fiducia!!!

    RispondiElimina
  24. Questi dolci sono una goduria unica!!! Me li hanno portati dalla Sardegna appunto, un mesetto fa e non dico nulla... il vassoio era pienotto ma è durato poco!!! Bravissima!!!

    RispondiElimina
  25. Non conoscevo questi dolci, ma ti faccio i complimenti perchè sono non buoni, ma meravigliosamente buoni. Bravissima

    RispondiElimina
  26. Mamma che buoni Lory!!!
    Conosco molto bene i pardulas perchè mia madre è di origine sarda!!
    Sono secoli che non li mangio, grazie mille per la ricetta!!
    Un bacione e buona notte
    Carmen

    RispondiElimina
  27. tesoro conosco benissimo questo dolcetto! mio suocero ha origini sarde anche se vive in piemonte praticamente da sempre, i suoi parenti sono lì e io della cucina sarda un pò me ne son fatta una cultura... sono bellissimi e perfetti i tuoi pardulas, anche più degli originali.. ... e sai che ti dico? che mi piacciono anche più con la giusta proporzione di farcia... davvero! bravissima:**

    RispondiElimina
  28. Questi dolcetti mi ricordano i fiadoni che si preparano dalle mie parti per Pasqua! Quel pizzico di zafferano ci deve stare benissimo! ;)
    Un bacio cara Lory!

    RispondiElimina
  29. Ho un collega sardo che me li ha decantati come stupendi ma non li ho mai assaggiati. A vedersi hanno un aspetto delizioso

    RispondiElimina
  30. Lory, bellissima, quanto è che non passavo a trovarti!!!!
    Come stai? Io bene, in questo periodo fatico un po' a stare dietro al blog e a fare i miei giretti ma che ti devo dire, sarà il clima ancora un po' estivo :)
    Questi dolcetti sono buonissimi, ho avuto occasione di assaggiarli anni fa e i tuoi sono davvero belli, ha ragione Simona, anche più degli originali!!
    Un bacio grande, a presto!!!

    RispondiElimina
  31. ciao Lory, ma sai che questi dolci sardi li ho preparati solo una volta su incicazioni di una ricetta datami da una signora sarda, adesso non ricordo se discosta dalla tua, ma posso dire che sono veramente buonissimi ciao a presto

    RispondiElimina
  32. ma che belli, ne vorrei un vassoio intero!

    RispondiElimina
  33. Ricordo di averle mangiate, ma soprattutto ricordo la loro bontà. Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
  34. Ciao Lory!E' tanto che non sono presente nella blog sfera anche se ogni tanto un occhio lo butto....Che delizia questi dolcetti tu sei sempre super con le ricette!! Baci baci!

    RispondiElimina
  35. Ciao Lory!
    Che brava che sei, le ricetta regionali riescono sempre a conquistare, conoscere meglio gli usi di altri luoghi. Sicuramente ottimi e da provare, le tue sono perfette!!!
    Un abbraccio cara, a presto!

    RispondiElimina
  36. hanno un aspetto che non lasciamo via di fuga, magnifiche

    RispondiElimina

  37. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto simpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina

  38. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto simpatico. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia lettrice fissa e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  39. Dal nome mi è subito venuta in mente la Sardegna anche se di questi dolcetti non avevo mai sentito parlare.
    Mi sembrano ottimi!

    RispondiElimina
  40. sono stupendi,Lory!!!!!ed il ripieno è golosissimo!!complimenti e sereno weekend,tesoro!!smackkkk

    RispondiElimina
  41. Buonissimi da fare sicuramente bravissima nella procedura di esecuzione.
    bacionissimi tiziana
    lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  42. Buonissimi da fare sicuramente bravissima nella procedura di esecuzione.
    bacionissimi tiziana
    lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  43. Una realización perfecta se ve muy rico y tentador,abrazos.

    RispondiElimina
  44. Lory Lory che cosa mi hai postato!!! Abbonderò IO nel ripieno... perché non possono sfuggirmi. Sono di un buono!!!!!

    RispondiElimina
  45. Sono golosissimi peccato che non ho in casa tutti gli ingredienti....

    RispondiElimina
  46. Io li adoro! I tuoi sono superlativi... mi fai venire voglia di provare a farli :)

    RispondiElimina
  47. Adoro i dolci sardi..e questi non fanno eccezione! Mi piacciono i dolcini fatti di ingredienti "semplici" che però riescono a dare un risultato delizioso come nel tuo caso..bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  48. Carissima Lory, finalmente rientro nel mondo blogger e finalmente posso riassaporare le tue proposte profumate e curate! Complimenti per alcuni dettagli che trovo variati nella tua pagina e che la rendono ancor più bella!! Un caro abbraccio e a presto, Clara

    RispondiElimina
  49. Adoro questi dolcetti da quando andai la prima volta in Sardegna... beh, avevo 10 anni e mi stregarono in modo estremo!
    Buonissimi!

    RispondiElimina
  50. Bella ricetta complimenti, un dolce tipico della mia terra le formagelle dette pardulas
    con questo miele sono ottime

    RispondiElimina
  51. Lory!!! Ma sai che queste pardulas è un pò che le vedo in giro, tra blog, giornali e libri e mi incuriosiscono sempre di più? Le devo fare anche io presto!! Le tue comunque ti sono venute perfette da quel che vedo, come mi piacerebbe assaggiarle!! Per il resto come stai? Spero bene! Ti mando una coccola per Kali!! :-) p.s. bellissime anche le tue crostatine alla marmellata di pesche!

    RispondiElimina
  52. mi ero persa queste delizie! rimedio subito me le segno e te le rubo!! ^__^ baciiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina