giovedì 7 maggio 2015

Friceu 'd fiur 'd gasia (Frittelle di fiori di acacia)


Torniamo un po' indietro? Recupero una dolce abitudine raccontata dai miei genitori, ovvero preparo un dolce d'altri tempi... le frittelle di fiori d'acacia. Semplice merenda preparata con ciò che si aveva in casa, farina, zucchero, latte, uova e fiori d'acacia che di solito abbondavano.
Per non abbandonare la tradizione ogni anno litigo con le api e raccolgo profumatissimi grappoli di fiori e tra sguardi sbalorditi di figlia e nipoti  preparo le frittelle.


INGREDIENTI:
  • 100 g di farina "00"
  • 250 ml di latte
  • 2 uova
  • 10-12 grappoli di fiori di acacia sani
  • 50 g di zucchero semolato + 4 cucchiai per spolverizzare
  • 1 pizzico di sale
  • olio di arachidi per friggere


Lavate accuratamente i fiori di acacia, lasciateli scolare e asciugare su un canovaccio pulito.
Nel frattempo, preparate la pastella con la farina, lo zucchero, il sale, il latte e le uova sbattute, lavorate bene affinché il composto risulti omogeneo e ben amalgamato.
Immergete i fiori (pochi per volta) nella pastella, (se volete che mantengano la forma del fiore fate colare la pastella in eccesso, se invece volete ottenere delle frittelle cicciottelle, prelevate i fiori aiutandovi con due cucchiai in modo che rimangano ben rivestite di pastella)  e friggeteli in abbondante olio ben caldo.
Fate scolare l'unto in eccesso su un foglio di carta da cucina, quindi spolverizzateli con lo zucchero semolato e serviteli.

22 commenti:

  1. Ogni anno in questo periodo nei vostri blog vedo questo spettacolo di frittelle.. Io me le sogno!!! sarei così curiosa di assaggiarle.. smack

    RispondiElimina
  2. Non li ho mai assaggiati ma ho sentito tanto decantarli. Il brutto di vivere in città....

    RispondiElimina
  3. ma che belle e che gusto hanno???

    RispondiElimina
  4. @Valentina ciao, hai mai sentito il profumo del fiore di acacia? Ecco, la frittella è delicatamente profumata, non dolcissima e croccantina. Semplice delizia!
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
  5. Non ci tengo a litigare con le api,ma per un fiore così ci faccio pure a cazzotti...Pero' amica mia,se me ne offrissi un paio mi risparmierei una brutta avventura,anzi mi siederei con te a gioire di questa delizia..Una poesia per occhi e palato...Grazie Lory bella

    RispondiElimina
  6. ma sono proprio bellissimi! peccato non averli mai assaggiati
    amelie

    RispondiElimina
  7. sono bellissime...... me le aveva offerte una vicina un bel po' di anni fa ...e ne ero rimasta poco colpita perché erano frittelle cariche di olio..... facciamo così, passo da te così magari mi ricredo!!! Sembrano davvero perfette! Baci

    RispondiElimina
  8. mai mangiate ma sarei proprio curiosa di poter sperimentare, le immagino ottime, una ricetta semplice ma che riempie di soddisfazione, immagino gli sguardi....un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Frittelle simili con le acacie le ho mangiate alcuni anni fa e mi sono piaciute tantissime.

    RispondiElimina
  10. Che ricetta particolare, con questa atmosfera dei tempi passati, mi piacerebbe molto sentire il sapore!!!
    Baci

    RispondiElimina
  11. Che belle! Vorrei tanto avere dei fiori per poterle fare e provare. Un bacio

    RispondiElimina
  12. Il profumo di queste frittelle si sente anche a casa mia.
    Bella ricetta Lory.
    Buona serata!!
    Inco

    RispondiElimina
  13. BRAVISSIMA! non ho mai assaggiato nè sentito parlare di queste frittelle, io normalmente la gasia la metto nella stufa :-) un abbraccio (che tan a's cauduma cà fa freid)

    RispondiElimina
  14. Ma sai che queste frittelle non le ho mai fatte???? Mi ispirano tantissimo, devo rimediare con la tua ricetta, grazie!!!!

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia Lory! Li devo assolutamente fare! Sono così romantici!
    Qui mi sembra che le acacie non sono ancora fiorite...ma le tongo d'occhio! ;)
    Un bacione cara e tanti complimenti!

    RispondiElimina
  16. Sono stupende, una bellissima scoperta!

    RispondiElimina
  17. Ma che bella questa tradizione delle frittelle fiori d'acacia, non le ho mai assaggiate ma devono essere deliziose, grazie Lory per questa bella ricetta :)
    Bacioni, buon weekend

    RispondiElimina
  18. Buonissimi da noi li chiamiamo " fiori de cassia friti " e tutte le persone che li assaggiano sono conquistati per il loro sapore . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  19. E' un'idea davvero romantica, mi ispira moltissimo, mi fa quasi sognare!!
    Un bacino e buona settimana

    RispondiElimina
  20. se li trovo li faccio anche io così

    RispondiElimina
  21. sono bellissimi questi fiori di acacia,Lory!!!non li conoscevo...queste frittelle hanno un aspetto golosissimo :)) fai bene a rimanere ancorata alle tradizioni...è un'abitudine bellissima!!complimenti e serena settimana,carissima ;) bacioni ^__^

    RispondiElimina