fatemi felice... Commentate...
Visualizzazione post con etichetta pesce. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta pesce. Mostra tutti i post

martedì 2 luglio 2013

Sogliola al vapore con salsa all'agro


In questo periodo, cerco di preparare piatti leggeri che appaghino il palato, soprattutto quello della cucciola, che da qualche tempo è diventata "più difficile", quindi, sono sempre alla ricerca di ricette semplici e sfiziose. Sfogliando un vecchio numero di Cucina no problem (luglio 2011), ho trovato una grande idea, modificata seguendo i nostri gusti... et voilà!!


INGREDIENTI:
  • 500 g di filetti di sogliola freschi
  • 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipollotto, alloro salvia e prezzemolo, 1 spicchio d'aglio, 3 bacche di ginepro, qualche grano di pepe 
  • 100 g di sottaceti (peperoni, cipolline, cetriolini e carote)
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 15 g di capperi sotto sale
  • 1 uovo sodo
  • 3 filetti di acciuga sott'olio
  • olio extravergine di oliva
  • aceto bianco
  • un pizzico di zucchero
  • pepe


In una casseruola, fate bollire 2 l di acqua con carota, sedano, cipollotto, puliti e tagliati a pezzi, le bacche di ginepro, alloro, salvia prezzemolo, uno spicchio d'aglio e qualche grano di pepe e cuocete per 20 minuti.
Trascorso il tempo, disponete il cestello per la cottura a vapore in una casseruola, versate il brodo ottenuto, filtrato, fino a sfiorare il fondo del cestello.
Adagiate i filetti di pesce, coprite e cuocete per circa 3-4 minuti, poi sgocciolateli e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo, preparate la salsa.
Per prima cosa, sciacquate i capperi sotto acqua fredda e metteteli poi a bagno in acqua tiepida per una decina di minuti.
In un tegame, scaldate un cucchiaio di olio extravergine di oliva, aggiungete le acciughe e fatele sciogliere, togliete dal fuoco.
Unite i sottaceti tagliati a cubetti piccolissimi e un trito preparato con capperi sgocciolati, strizzati e il prezzemolo. Unite l'uovo sodo tritato finemente, un pizzico di zucchero, un filo d'olio extravergine di oliva e due cucchiai di aceto bianco. Mescolate delicatamente.
Sistemate i filetti di pesce raffreddati in un piatto da portata e distribuite sopra la salsina all'agro.
Servite. Piatto ottimo anche servito freddo.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

martedì 5 febbraio 2013

Filetti di Triglia con semi di Papavero e Finocchi allo Zafferano


Quest'anno, l'abbondantissima produzione di finocchi, ha permesso vari esperimenti, ho provato a "colorarli" e renderli molto più gustosi!!
Per completare il piatto... triglie, tenere, delicate, ricche di sali minerali e Vitamina A!! Et voilà,
pranzo leggero, veloce e saporito... servito!!!


INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

Per le triglie:
Per i finocchi:
  • 2 finocchi grandi
  • 1 bustina di zafferano
  • 100 ml di brodo vegetale
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale e pepe

Pulite e lavate i finocchi, tagliate le sommità verdi e dividete l'ortaggio a metà, eliminate le guaine esterne. Affettateli finemente e stufateli in una padella con poco olio extravergine di oliva e l'aglio schiacciato, bagnate con il brodo.
Aggiungete lo zafferano, il sale e il pepe.
Fate cuocere per una quindicina di minuti o finché non diventano teneri. 
Nel frattempo, eviscerate, squamate e diliscate le triglie eliminando la testa, facendo attenzione a mantenere i filetti attaccati alla coda. Con delicatezza, aprite le triglie a libro.
Infarinate i filetti, spolverizzateli con i semi di papavero, salate, pepate e rosolateli in padella con poco olio extravergine di oliva.
Disponete i finocchi al centro del piatto e adagiatevi i filetti di triglia.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 2 agosto 2012

Capesante al gratin con Funghi Porcini e Pomodori


Buongiorno!!!!! :)
Non so voi, ma in questi giorni di caldo assoluto, non ho proprio voglia di cucinare, vi lascio quindi questa ricettina facile facile e veloce!!!
Ieri pomeriggio mi è stato regalato un fungo porcino, il primo della stagione, come utilizzarlo?  
Ampia possibilità di scelta, ma essendo uno e piccolino, ho pensato di abbinarlo alle capesante già in programma per la cena.
Di sicuro non è una ricetta che brilli di originalità, ma è tanto buona!!! :)
Ho saltato i molluschi con il porcino tagliato a fettine e ho gratinato il tutto aggiungendo una dadolata di pomodoro fresco!!! Una bontà!!!!!
Felice Agosto a tutti!!!

INGREDIENTI:
  • 6 capesante
  • 1 fungo porcino
  • pangrattato
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pomodoro  a pezzettini
  • sale e pepe
  • prezzemolo
Lavate accuratamente le capesante con acqua fredda.
Pulite delicatamente il porcino e tagliatelo a fettine.
Tagliate a dadini un pomodoro (eliminate i semi e fate perdere l'acqua di vegetazione).
Scaldate una padella antiaderente con l'olio extravergine di oliva e imbionditevi l'aglio. 
Scottate le capesante, unite i funghi e saltateli velocemente, salando e pepando.
Spegnete il fuoco e spolverate con il prezzemolo fresco tritato.
Prendete i gusci delle capesante, adagiate qualche pezzetto di pomodoro, la capasanta saltata e qualche fettina di porcino. 
Spolverizzate con il pangrattato e gratinate in forno sotto il grill per qualche minuto.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 26 luglio 2012

Cozze e Fagioli


Non storcete il naso, vi vedo!!! :)
Fa caldo, lo so, ma che ci posso fare se la stagione dei fagioli è l'estate!?!
Mio suocero ha terminato la raccolta proprio in questi giorni ed io, non ho perso tempo, anche perché questo piatto regala il meglio di sé proprio a luglio, con fagioli e pomodori freschi.
Vi auguro un felice fine settimana!!!!!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Max:


INGREDIENTI:
  • 1Kg di cozze
  • 250 g di fagioli freschi
  • 350 g di pomodori freschi a pezzetti
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 foglia di alloro
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • fettine di pane tostato
  • sale e pepe
Lessate i fagioli in acqua salata con l'alloro e uno spicchio d'aglio.
Spazzolate e lavate bene le cozze. Cuocetele in un tegame coperto a fuoco vivo, per qualche minuto.
Togliete i molluschi dai gusci e metteteli da parte. Tenetene da parte qualcuno per la decorazione. 
Filtrate il liquido rimasto nel tegame e conservatelo.
Scaldate l'olio con l'altro spicchio d'aglio in una pentola di coccio.
Unite i pomodori senza semi, tagliati a pezzettini e cuocete per qualche minuto.
Unite i fagioli scolati dall'acqua di cottura. Cuocete per 20 minuti. 
A questo punto, aggiungete il liquido di cottura delle cozze (filtrato) e parte dell'acqua di cottura dei fagioli, sale pepe e proseguite la cottura per altri 10 minuti.
Unite ora le cozze e il prezzemolo tritato, mescolate delicatamente e fate cuocere ancora qualche minuto.
Abbrustolite le fettine di pane e versate su ognuna un goccio d'olio.
Servite adagiando i fagioli e le cozze sul crostino.
Naturalmente in questa stagione servo questo piatto tiepido.
Dosi per 4 persone


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 8 marzo 2012

Alici ripiene al forno


Il pesce azzurro è versatile, economico, nutriente e soprattutto salutare.
Entra settimanalmente nei miei menù, in quanto amato.. anche dalla piccola.
Si cucina facilmente, non richiede abilità e diffonde un delizioso profumo di mare.
Se poi vogliamo fare i pigroni, le pescherie offrono "un accurato servizio di pulizia",
ma io consiglio l'acquisto del pesce integro, non si spende molto tempo a pulire questo pesce.
Buona giornata a tutti!!!!!!


INGREDIENTI:
  • 600 g di alici freschissime
  • 200 g di spinaci lessi
  • 1 uovo
  • 30 g di grana grattugiato
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 40 g di pane raffermo
  • latte q.b.
  • i spicchio d'aglio
  • sale
  • 4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • pane grattugiato
Prendete le alici, privatele della testa, della lisca centrale senza eliminare la coda e apritele a libro.
Lavatele e asciugatele adagiandole su carta da cucina.
Lavate gli spinaci, lessateli e strizzateli benissimo. Tritateli, ma non frullateli.
Mettete in una ciotola gli spinaci, aggiungete l'uovo, la mollica di pane imbevuta nel latte e strizzata, il grana, l'aglio sminuzzato, il prezzemolo sminuzzato, una presa di sale e un cucchiaio di olio.
Mescolate il composto.
Ungete una pirofila con il restante olio.
Adagiate le alici dalla parte del dorso in una pirofila, distribuitevi sopra il composto. Disponetevi sopra un secondo strato di alici con il dorso verso l'alto, cospargete con poco pane grattugiato.
Infornate per 12-15 minuti a 200°C (forno caldo).

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 1 agosto 2011

Sauté di cozze .. e Farro

 
 
Cozze .. e farro??? Sei matta??
No, non sono matta, sono l'unica domatrice di forno e fornelli di casa!! .. quindi decido io, senza troppe domande seguendo l'ispirazione o le voglie giornaliere.
Risultato?? Si sono leccati i gusci!!!
L'unico accorgimento, secondo me, non lesinate con il pomodoro. Abbondate, per amalgamare e legare le cozze con il farro.
Buono tiepido!!!!

INGREDIENTI:
  • 700 gr. di cozze
  • 3 pomodori maturi
  • 2 spicchi d'aglio
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di vino bianco o brodo di pesce
  • 1 peperoncino rosso
  • prezzemolo
  • sale
  • 250 gr. di farro

Fate bollire abbondante acqua salata, lessate il farro seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, in media 25 minuti. Conditelo con un filo d'olio.
Lavate accuratamente le cozze.
Lavate  e tagliate i pomodori e tritate il prezzemolo.
In una cassaruola scaldate l'olio extravergine di oliva con 1 spicchio d'aglio tritato finemente, il peperoncino sbriciolato e poco prezzemolo.
Aggiungete le cozze.
Sfumate con il vino. Fate riprendere il bollore, aggiungete i pomodori e il prezzemolo rimasto e cuocete coperto finchè le cozze non si apriranno.
Servite una porzione di farro e coprite con il sautè di cozze.
Io, per praticità elimino una parte di gusci.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

mercoledì 8 giugno 2011

Riso Venere con Seppioline e code di Gambero in guazzetto piccante

 
 
 

Non vi ho mai parlato del mio amore... per il riso Venere!!! Lo adoro!!! .. così profumato, corposo e versatile. Perfetto con un filo d'olio e sorprendente vestito a festa.
I difetti sono la lunga cottura, circa 40-45 minuti e il costo, ma alla fine sarete ripagati dal gusto. Bellissimo vederlo bollire nella sua acqua nera nera. Detto tutto?? No, questo riso di origine cinese una volta era destinato solamente all'imperatore e alla sua corte, oggi viene coltivato anche nella pianura padana. Ricco di ferro, silicio e selenio con proprietà antiossidanti.
Sembro una venditrice??? No, non vendo riso, lo mangio!!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
  • 300 gr. di Riso Venere
  • 300 gr. di seppioline a pezzetti
  • 300 gr di code di gambero 
  • 10 pomodorini
  • 3 cucchiai di olio di oliva extravergine
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 peperoncino rosso
  • 1/2 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • prezzemolo
  • sale e pepe
Lessate il riso in acqua salata. Intanto..
lavate accuratamente le seppioline, tagliatele a pezzetti. Lavate le code di gambero.
Scaldate l'olio in una padella con l'aglio privato dell'anima e tritato finemente. Aggiungete i pomodorini tagliati in quattro, il peperoncino privato dei semi sbriciolato e in ultimo le seppioline e le code di gambero.
Cuocete per 5 minuti spolverando con una parte di prezzemolo. Salate leggermente, pepate e aggiungete il concentrato di pomodoro.
Cuocete per altri 7-8 minuti con coperchio socchiuso.
A cottura ultimata del riso, scolatelo, conditelo con un filo di olio, per sgranare perfettamente i chicchi.
Passatelo in padella, per un minuto.
Servite con il rimanente prezzemolo fresco sminuzzato.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

mercoledì 6 aprile 2011

Fagioli dall'occhio e Gamberi

 
 
 
 

..guardate un pò quanti occhietti vispi.. tra i gamberi!!!!
La cena di questa sera, buona, salutare... gustosa e nutriente.
Forse un abbinamento insolito? Non saprei dirvi, a me questo semplice piatto, piace da matti...quindi ve lo propongo.

INGREDIENTI:
  • 300 gr. di code di gamberi
  • 250 gr. di fagioli dall'occhio
  • 1 costola di sedano
  • 1carota
  • 1 cipolla
  • 1 scalogno
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • paprica forte
  • prezzemolo
  • polpa di pomodoro
  • pane
  • sale e pepe
Cuocete nella pentola a pressione i fagioli con il sedano, la carota, la cipolla per circa 30 minuti, naturalmente dopo averli lasciati in acqua per almeno 8 ore.
Nel frattempo sgusciate le code di gambero. Tritate finemente lo scalogno e fatelo appassire in una padella con l'olio e la paprica.
Fate insaporire i fagioli in questo fondo e aggiungete qualche minuto dopo, le code di gambero sgusciate.
Spolverate con il prezzemolo tritato, aggiungete la polpa di pomodoro e pepate leggermente.
Cuocete per circa 10 minuti.
Aggiustate di sale e servite, aggiungendo a piacere un filo d'olio e dei crostini di pane caldo.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 28 marzo 2011

Antipasto di mare.. Polpo con zucchine.. Spiedini di Gamberi e Seppie

 
 
 
 
 
 

..lunedì pesce!!... mah?.. non era?.. venerdì pesce?!
..venerdì si acquista..lunedì si posta!!!!Mettiamola così!!!
Quest'antipastino lo offro ad un'amica a cui tengo moltissimo conosciuta proprio qui!!!
.. con lei parlo.. rido.. mi stupisco.. mi confronto e soprattutto.. con lei.. ho sempre il cuore pieno di gioia!!
Ti invito a pranzare con me.. dai siediti!!!!!

POLPO con ZUCCHINE alle erbe profumate

INGREDIENTI PER IL POLPO:
  • 800 gr. di polpo
  • 60 gr. di cipolla
  • 40 gr. di sedano bianco
  • 80 gr. di carote
INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO:
  • 1 ciuffo di erba cipollina
  • 2 foglioline di basilico
  • 3-4 rametti di timo
  • 1/2 limone
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe
INGREDIENTI PER LE ZUCCHINE:
  • 1 spicchio di aglio
  • 400 gr. di zucchine
  • 150 gr. di pomodori
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 2 rametti di timo
Pelate la cipolla e tagliatela a pezzetti. Pulite il sedano, pelate la carota e tagliateli a pezzi.
Mettete la cipolla, il sedano,la carota in una casseruola con acqua bollente e salate.
Immergete il polpo e cuocetelo per 45-50 minuti.
A fine cottura scolate il polpo e tagliatelo a rondelle di media grandezza.
Preparate il condimento tritando finemente il timo, l'erba cipollina e il basilico.
Versate in una terrina il succo di mezzo limone, aggiungete il trito di spezie, l'olio, il sale e il pepe.
Amalgamate il tutto e verate sul polpo. Lasciate riposare.
Pulite le zucchine, tagliatele per il lungo ed eliminate la parte bianca interna.
Tagliate la parte verde prima a listarelle poi a cubetti.
Tagliate anche i pomodori a cubettini e metteteli da parte.
In una padella rosolate lo spicchio d'aglio, versatevi le zucchine, aggiungete il timo tritato, il sale, il pepe e cuocete a fuoco vivace per 5 minuti.
Disponete le zucchine nei piatti versatevi 2 cucchiai di polpo alle erbe profumate, i pomodori a cubettini e servite.

Spiedini di GAMBERI e SEPPIE al forno

INGREDIENTI:
  • 300 gr. di seppioline piccole
  • 300 gr, di gamberi
  • 150 gr di impanatura con semi di sesamo e lino "Molino Rossetto"
  • prezzemolo
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 limone
  • sale
Lavate e pulite bene le seppie e i gamberi.
Con un coltello ben affilato tagliate le seppie a metà e tenetele da parte.
Tritate finemente il perezzemolo e mescolatelo all'impanatura, a metà dell'olio extravergine di oliva e al sale.
Impastate con le mani.
Infilate i gamberi e le seppie negli spiedini e passateli nella panatura premendo per farla aderire bene.
Preriscaldate il forno a 190° e cuocete per 10 minuti.
Servite gli spiedini con una spruzzata di limone ed un filo di olio extra vergine di oliva.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 7 marzo 2011

Scialatielli al Limone con Vongole

 
 
 
 
 
 

...il primo della domenica!!!! Quant'è buona la pasta con le vogongole!!!!! Se poi sostituiamo una normale pasta con della pasta trafilata al bronzo e profumata al limone..otteniamo un piatto...da urlo!!!!!!!!!!!
......... io ho utilizzato gli scialatielli al limone trafilati al bronzo della "Fabbrica della pasta" di Gragnano.
Stupenda!!!! Il delicato profumo di limone, non invadente ma...presente e la consistenza di questa pasta, rende unico il piatto. Questo sughino semplice semplice, si amalgama perfettamente alla ruvidità di questo prodotto artigianale.
Con questa ricetta del "buon umore" auguro a tutti...una felice settimana!!!!!!!!!!!!!!!

INGREDIENTI:
  • 350 gr. di scialatielli al limone di "Gragnano"
  • 600 gr. di vongole
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco
  • 3 pomodori
  • olio extra vergine di oliva
  • peperoncino
  • sale q.b.
Lavate e spazzolate le vongole. Mettetele a bagno in acqua con un bel pizzico di sale e lasciatele così per 2-3 ore. Trascorso questo tempo, trasferite le vongole su una padella coperta con un coperchio e fatele aprire.
Intanto tritate l'aglio e il prezzemolo.
Sgusciate i molluschi, tenendone da parte alcuni con il guscio e mettete da parte il liquido di cottura.
Lessate nel frattempo gli scialatielli in abbondante acqua salata.
Prendete un tegame e fate rosolare l'aglio e il prezzemolo con l'olio. Unite i pomodori sbollentati sbucciati e tagliati a pezzettini piccoli, un pizzico di peperoncino e, dopo qualche minuto, le vongole con un pò del liquido di cottura filtrato.
Cuocete a fuoco vivace per circa 10 minuti, mescolando ogni tanto. Aggiustate di sale, facendo attenzione poichè il liquido di cottura generalmente è molto salato.
Servite con una pioggia di prezzemolo fresco tritato. Con questi ingredienti si ottengono 4 porzioni abbondanti.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 6 gennaio 2011

Filetti di Rombo e Patate al Forno


L'Epifania tutte le feste porta via. I Re Magi, sono arrivati e noi riprendiamo la vita di sempre......
Magari facendo un pochino di dieta!!!!!!!
Far mangiare il pesce a mia figlia, non è una semplice impresa, così, ieri ho provato a  cucinarlo in questo modo!!!!
Ho utilizzato senape, prezzemolo, pomodoro e un tocco di limone, mix di sapori, capaci di ingentilire il sapore del pesce!!!!! Veramente particolare, ho preso spunto da una ricetta trovata sulla rivista "Guida Cucina" di questo mese.
L'ho servito, porzionandolo con il Coppa Pasta della Guardini, un modo elegante e pratico di servire quelle preparazioni, che altrimenti si sparpaglierebbero sul piatto!!!!
Una spolverata di semi di papavero della Molino Rossetto ed il piatto è pronto!!!!!
Provatelo!!!!!!
Auguro a tutti un felice week end!!!!!!!

INGREDIENTI:
  • 4 grossi filetti di rombo
  • 3 spicchi di aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • semi di papavero
  • senape
  • 350 gr. di pomodori pelati
  • 3 grosse papate
  • 1 limone
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
Lavate il prezzemolo e tritatelo fine insieme agli spicchi d'aglio sbucciati.
Mettete il trito in una ciotola e amalgamatelo con un cucchiaino di semi di papavero, due cucchiai di senape, due cucchiai di olio, sale e pepe.
Spalmate il composto ottenuto sui filetti di pesce.
Sbucciate e lavate le patate, tagliatele a fettine sottili e scottatele per 5 minuti in acqua bollente salata.
Ungete una pirofila con due cucchiai di olio e disponetevi sul fondo uno strato di patate, sovrapponendole un poco tra loro.
Appoggiatevi sopra due filetti di rombo conditi, distribuite qualche cucchiaio di pomodoro e continuate a formare i vari strati nello stesso ordine, terminando con le patate.
Spremete il succo del limone e sbattetelo in una ciotolina con due cucchiai di olio, fino ad ottenere una salsa omogenea. Versatela sul pesce, cospargete con un pizzico si sale e una macinata di pepe e cuocete in forno già caldo a 200° per 20 minuti.
Al termine, lasciate riposare la preparazione per qualche minuto nel forno spento con lo sportello socchiuso.








Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest