fatemi felice... Commentate...
Visualizzazione post con etichetta primi piatti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta primi piatti. Mostra tutti i post

martedì 1 ottobre 2013

Linguine con polpettine di Merluzzo al profumo di Aneto


Dopo tanti dolci oggi vi propongo un aromatico piatto unico. 
Polpettine di merluzzo, avvolte da un abbondante sughetto preparato con gli ultimi pomodori dell'orto
e un tocco di aneto fresco.
Faccio largo uso di piante aromatiche fresche, ogni anno il mio angolo verde ne accoglie una nuova, 
la new entry della bella stagione ormai passata è proprio l'aneto, 
cresciuto sano e rigoglioso per la mia felicità!!!!!  


INGREDIENTI:
  • 280 g di linguine
  • 4 pomodori da sugo ben maturi
  • 1 spicchio d'aglio 
  • 300 g di filetti di merluzzo 
  • 3 fette di pane in cassetta
  • 1 uovo
  • una manciata di formaggio grana
  • pangrattato
  • olioextravergine di oliva
  • sale e pepe
  • aneto fresco
Lavate i pomodori, incidete delicatamente la buccia e tuffateli per pochi secondi in acqua bollente. Eliminate  buccia e semi, tagliateli a pezzettini e fateli cuocere in una padella con un filo d'olio extravergine di oliva e uno spicchietto d'aglio vestito. Portate a cottura, regolate di sale ed eliminate l'aglio.
Tritate nel mixer i filetti di merluzzo, il formaggio grana, le fette di pane in cassetta private della crosta, l'uovo, un pizzico di sale e un rametto di aneto fresco. Tritate fino ad ottenere un composto sodo, se vedete che è necessario, aggiungete un cucchiaio di pangrattato.
Formate tante piccole polpettine, passatele velocemente nel pangrattato e fatele rosolare in padella con un filo d'olio, rigiratele e portatele a cottura.
Unite le polpettine al sughetto di pomodoro e fate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti.
Cuocete le linguine al dente, scolatele (tenete dell'acqua di cottura), versatele nella padella e conditele con il sugo, se necessita, aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, sminuzzate qualche rametto di aneto, a piacere un tocco di pepe e servite. 


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 1 ottobre 2012

Risotto ai Porcini servito su Tomino Piemontese


Autunno, tempo di funghi porcini. Quest'anno la stagione promette bene, ne abbiamo trovati parecchi, speriamo di continuare.
Con la prima raccolta è d'obbligo preparare il risotto!! Quasi una tradizione :)
Vi lascio un suggerimento per arricchirlo e portarlo in tavola in modo simpatico e diverso.
Ho vuotato un tomino piemontese, lasciando intatto il fondo e i bordi, ho tritato grossolanamente la pasta del formaggio e mantecato il riso. A cottura ultimata ho servito il risotto, direttamente sul tomino.
Bellissimo da vedere, ottimo da gustare.
Avete mai assaggiato il tomino piemontese?
E' un formaggio di latte vaccino o misto ovino/caprino, viene consumato fresco o dopo una breve stagionatura di 15-30 giorni.
Si presenta come un disco di pasta bianca del diametro tra i 4 e gli 8 cm.
Il tomino fresco, non ha la crosta, il suo colore è bianco latte ed il sapore è dolce, mentre quello stagionato, ha una sottile pellicola che tende al giallastro ed il sapore è più forte.
Per questa preparazione ho utilizzato tomini stagionati.
Un abbraccio a tutti voi e felice settimana!!!


INGREDIENTI per 4 PERSONE:
  • 280 g di riso Carnaroli
  • 2 tomini semistagionati
  • 2 funghi porcini
  • olio extravergine di oliva
  • brodo di carne
  • 1 piccola cipolla
  • 1 noce di burro 20 g circa
  • timo fresco
  • sale e pepe
Pulite delicatamente i funghi porcini. 
Con l'aiuto di un coltellino dalla lama liscia, eliminate la parte terrosa del gambo. Raschiate il gambo e la testa del fungo fino ad eliminare qualsiasi traccia di terra. Bagnate un panno pulito con dell'acqua e strofinate il fungo in modo da eliminare ogni traccia di terra. A questo punto cominciate a tagliare a fettine i vostri funghi.
Passateli velocemente in padella con un filo d'olio e qualche fogliolina di timo. Salate e mettete da parte.
Affettate la cipolla.
In una casseruola rosolatela con un cucchiaio di burro, circa 20 g.
Aggiungete il riso e tostatelo per qualche minuto. Bagnate con un mestolo di brodo di carne, bollente.
A questo punto unite i funghi e portate a cottura il riso versando altro brodo, poco per volta.
Tagliate i tomini a metà in orizzontale, otterrete 4 ciotoline. Scavateli.
Tritate la pasta di formaggio e mettetela in un piatto.
Terminate la cottura del risotto, spegnete il fuoco, mantecate con la pasta dei tomini e coprite per 1 minuto. 
Riempite ogni scodellina di formaggio con il riso, insaporite con pepe nero macinato e decorate con funghi e timo.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 23 agosto 2012

Farro all'ortolana con feta marinata


In questi giorni di caldo estremo, ho preparato solo piatti leggeri, oggi vi presento un'insalata di farro sfiziosa, ricca di gusto e soprattutto pratica, perché si può preparare in anticipo.
Aspettando temperature accettabili, vi abbraccio e vi auguro un felice giovedì!!!!!


INGREDIENTI:
  • 250 g di farro
  • 200 g di feta
  • 200 g di zucchine trombette
  • 50 g di pomodori secchi sott'olio
  • 3 peperoni piccoli verdi
  • 200 g di fagiolini
  • qualche rametto di timo fresco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
Cuocete il farro, seguendo i consigli di cottura riportati sulla confezione, io di solito uso la pentola  a pressione, così dimezzo i tempi.
Scolatelo e fatelo intiepidire su un largo vassoio, mescolandolo di tanto in tanto.
Lessate al dente anche i fagiolini, scolateli e lasciateli raffreddare poi tagliateli a piccoli pezzetti.
Sgocciolate i pomodori e tritateli grossolanamente, sbriciolate con le mani anche la feta, cospargetela con le foglioline di timo fresco, condite con un filo d'olio e mescolate delicatamente. 
Lasciate insaporire il tutto per una trentina i minuti.
Spuntate le zucchine e grattugiatele grossolanamente, passatele in padella per qualche minuto con un filo d'olio. 
Passate in padella con un filo d'olio anche i peperoni verdi e sfilettateli.
A questo punto riunite in una larga terrina il farro, la marinata di feta e pomodori secchi, le zucchine, i fagiolini tagliati a pezzi piccoli e le falde di peperone, mescolate bene e servite.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 7 giugno 2012

Orechiette di Grano Arso con Salsiccia e Piselli


Questo è il momento della raccolta dei piselli. Buoni dolci, tenerissimi, li mangio anche "nature", come fossero caramelle!! Quest'anno poi, a differenza dello scorso anno la produzione è stata abbondantissima.
Diamo il via allora a tante ricette semplici e di stagione, come questo sughetto campagnolo, cotto nel coccio.
Oggi orecchiette!!! .. e qui vi prego pugliesi, non inorridite e premiate la mia buona volontà.
.. orecchiette preparate con semola rimacinata di grano duro e farina di grano arso, più rustico di così, non si può!!
Cos'è la farina di grano arso? Iniziamo col dire che oggi non esiste più quella che un tempo era davvero la farina di grano arso. Anni fa i contadini che non potevano permettersi la farina di  grano di qualità, raccoglievano i chicchi che si bruciavano a fine raccolto, quando venivano incendiate le stoppie e con questi ricavavano una farina che poi miscelavano con quella "buona" per preparare pane e pasta.
Quella che troviamo oggi invece è di grano tostato, scura dall'aroma unico, sentori di caffè, orzo, nocciola. Va però usata miscelata e a piccole dosi, almeno per i miei gusti.
Ma torniamo al sugo, che a me piace cucinare nel coccio (mamma docet :)), semplice e gustosissimo, pomodorini, cipolla rossa, salsiccia piccante, piselli e tante erbette aromatiche che io adoro.
Bon appétit!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Max:


INGREDIENTI PER LE ORECCHIETTE:
INGREDIENTI PER IL SUGO:
  • 200 g di salsiccia fresca piccante
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 200 g di piselli
  • 300 g di pomodorini dolci
  • 1/2 cipolla rossa
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • erbette aromatiche
  • formaggio grattugiato
Con queste dosi ho ottenuto 4 porzioni abbondanti di orecchiette.
Preparate le orecchiette come da ricetta tradizionale.
Per il condimento, prima di tutto, tuffate i pomodorini velocemente in acqua bollente ed eliminate la pelle.
Lo faccio per la piccola di casa che non gradisce le bucce.
Versate nel coccio l'olio extravergine di oliva e sminuzzate la salsiccia fresca piccante, fate cuocere a fiamma vivace per qualche minuto, abbassate la fiamma e aggiungete la cipolla tagliata finemente, lasciate che appassisca e poi unite i due cucchiai di passata di pomodoro, cuocete per qualche minuto. A questo punto aggiungete i pomodorini dolci e i piselli cotti precedentemente a vapore per qualche minuto, salate e pepate e fate cuocere ancora per qualche minuto.
Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e quando l'acqua bolle, tuffate le orecchiette.
A cottura ultimata, scolate la pasta e passatela nel coccio, amalgamate per bene e servite con un trito di erbette aromatiche e una spolverata abbondante di formaggio grattugiato.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 10 maggio 2012

Fiori ripieni di Seirass e Asparagi


A volte capita!!!! In questo periodo i dolci poco mi interessano!!! Faccio fatica a crederlo, eppure è così!!
Tutta colpa della primavera!! Arrivata (perché è arrivata??) con il suo carico di fresche, tenere, colorate e gustose verdurine!! Le adoro!!
Largo quindi al mio momento salato e godiamoci insieme un piatto di fiorellini di pasta fresca ripieni di Seirass e Asparagi. Cos'è il Seirass?? E' un tipico formaggio fresco piemontese preparato con latte di pecora o di mucca, venduto in confezioni di garza dalla forma conica. Simile alla ricotta, ma dal sapore dolce, lattico, delicato con un lieve sentore acidulo. Se passate dalle mie parti, consiglio vivamente l'assaggio anche del Seirass del Fen.
Come condimento ho usato solo con un cucchiaio di ottimo burro fuso e un tocco di erbe aromatiche fresche.
Un bacio grande e Auguri a tutte le Mamme!!!

Sempre con me:
Farina "00" Molino Rossetto
Macchina per la Pasta Marcato

INGREDIENTI PER LA PASTA:
INGREDIENTI PER IL RIPIENO:
  • 250 g di ricotta Seirass
  • 1 mazzo di asparagi
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • sale e pepe
INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO:
  • burro fuso
  • timo, maggiorana ed erba cipollina
Cuocete a vapore gli asparagi, privandoli della parte più dura e fibrosa. Fateli raffreddare.
Nel food processor, mettete il seirass e gli asparagi.
Azionate fino a ottenere un composto fine e omogeneo, aggiungete il pangrattato, il sale e il pepe.
Miscelate e mettete da parte.
Preparate la pasta fresca impastando a lungo la farina con le uova. Quando il composto risulta liscio ed elastico, formate una palla e fatela riposare mezz'ora.
Tirate la sfoglia sottile, io ho utilizzato la sfogliatrice Marcato.
Ricavate delle strisce su cui disporrete dei mucchietti di ripieno. Coprite con un'altra sfoglia e con l'aiuto di uno stampino a fiore, sagomate i ravioli.
Fate bollire abbondante acqua salata, tuffate i fiori e fate cuocere qualche minuto.
Condite con ottimo burro fuso, qualche fogliolina di timo, maggiorana ed erba cipollina tagliata sottile.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 7 novembre 2011

Risotto con Petto d'Anatra e salsa alla Fiordifrutta di Melograno

 
Se penso a un tipo di carne da abbinare alla frutta, il mio primo pensiero è per l'anatra.
Anatra all'arancia, anatra cucinata con le pesche e perchè no, con le ciliegie.
Amo la stagionalità degli ingredienti, quindi per partecipare al contest indetto dalla Rigoni di Asiago, ho pensato a un risotto preparato con chicchi di melograno fresco, servito con fettine di morbidissimo petto d'anatra e adagiato su una salsa alla Fiordifrutta di Melograno.
Risultato strepitoso. La semplicità del risotto, unito al gusto deciso ma delicato del petto d'anatra e la cremosità agrodolce della salsa, ha conquistato e convinto i miei commensali.


INGREDIENTI PER IL RISOTTO:
  • 300 gr di riso carnaroli
  • brodo vegetale q.b.
  • olio extravergine di oliva
  • 70 gr di chicchi di melograno
  • 1 cucchiaio di ottimo burro
INGREDIENTI PER IL PETTO D'ANATRA:
  • 2 petti d'anatra
  • alcuni grani di pepe nero
  • trito di timo, alloro, rosmarino, salvia
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
INGREDIENTI PER LA SALSA:
Prima di tutto preparate un brodo vegetale, servendovi di verdure fresche. Io metto sedano, carota, cipolla, 2-3 grani di pepe, un chiodo di garofano e sale.

Iniziate con la preparazione della salsa, mettendo gli scarti e le ossa dell'anatra in un tegame e facendoli rosolare con un filo di olio extravergine di oliva.
Aggiungete le verdure pulite e tagliate a piccoli pezzi.
Coprite con del brodo vegetale e fate bollire lentamente, per circa un'ora.

Nel frattempo, passate i petti di anatra, nel trito aromatico. Poneteli in una padella calda, cosparsa con un filo d'olio extravergine.
Fatela rosolare velocemente per circa 5 minuti. Spegnete e coprite.

Quando la salsa si sarà ridotta, passatela con un colino.
Legatela con una noce di burro e aggiungetevi la Fiordifrutta di melograno. Mescolate.

Prendete i petti e adagiateli su carta forno, chiudete il cartoccio e fate cuocere in forno preriscaldato per 20 minuti a 180°.

Preparate il risotto. Versate un filo d'olio extravergine di oliva in un tegame, fate tostare il riso.
Cominciate a versare il brodo con un mestolino e unite i chicchi di melograno fresco. Mescolate con un cucchiaio di legno e portate a cottura continuando ad aggiungere brodo.
A cottura ultimata, togliete dal fuoco e mantecate con un cucchiaio di ottimo burro.

Togliete dal forno i petti, estraeteli dal cartoccio, poneteli in un tagliere e scaloppateli.

Preparate il piatto. Adagiate il petto d'anatra e il risotto sulla salsa, guarnite con qualche chicco di melograno fresco.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 13 ottobre 2011

Gnocchetti leggeri al Kamut con Porcini

 
 
 

Giovedì.. gnocchi!!
Ho provato la ricetta consigliata da Molino Rossetto. Buonissimi!!!
Gnocchi perfetti, morbidi ma che non si sfaldano in cottura, realizzati con la farina di Kamut.
Come condimento.. una bella razione di funghi porcini cotti semplicemente con un filo di olio extravergine di oliva, spicchietto d'aglio e spolverata di prezzemolo.
Se volete arricchire il piatto, adagiateli su una fondutina preparata con della toma piemontese!! Da leccarsi i baffi!!!
Oggi gustiamoci la versione..
..semplice semplice!!!

INGREDIENTI PER GLI GNOCCHI:
  • 500 gr di patate
  • 170 gr circa di farina di kamut Molino Rossetto 
  • 1 uovo
  • sale
INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO:
  • 2 porcini
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • prezzemolo
Pulite i funghi, tagliateli a pezzi e fateli cuocere per qualche minuto con un filo di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale, una macinata di pepe e uno spicchietto d'aglio che poi eliminerete.
A cottura ultimata, togliete l'aglio e spolverate con un trito di prezzemolo.

Per la preparazione degli gnocchi, fate lessare le patate, sbucciatele e passatele calde allo schiacciapatate, facendo cadere il passato sulla spianatoia infarinata.
Unite una presa di sale e adagiate l'uovo in centro.
Mescolate bene, poi aggiungete poco per volta la farina, fino a ottenere una pasta liscia e omogenea.
Create dei bastoncini di pasta, facendo scorrere la pasta sotto il palmo.
Tagliate gli gnocchi e passateli su una forchetta per sagomarli.
Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata e scolateli appena affiorano in superficie.
Conditeli con i funghi preparati in precedenza e servite il piatto caldissimo.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 1 agosto 2011

Sauté di cozze .. e Farro

 
 
Cozze .. e farro??? Sei matta??
No, non sono matta, sono l'unica domatrice di forno e fornelli di casa!! .. quindi decido io, senza troppe domande seguendo l'ispirazione o le voglie giornaliere.
Risultato?? Si sono leccati i gusci!!!
L'unico accorgimento, secondo me, non lesinate con il pomodoro. Abbondate, per amalgamare e legare le cozze con il farro.
Buono tiepido!!!!

INGREDIENTI:
  • 700 gr. di cozze
  • 3 pomodori maturi
  • 2 spicchi d'aglio
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di vino bianco o brodo di pesce
  • 1 peperoncino rosso
  • prezzemolo
  • sale
  • 250 gr. di farro

Fate bollire abbondante acqua salata, lessate il farro seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, in media 25 minuti. Conditelo con un filo d'olio.
Lavate accuratamente le cozze.
Lavate  e tagliate i pomodori e tritate il prezzemolo.
In una cassaruola scaldate l'olio extravergine di oliva con 1 spicchio d'aglio tritato finemente, il peperoncino sbriciolato e poco prezzemolo.
Aggiungete le cozze.
Sfumate con il vino. Fate riprendere il bollore, aggiungete i pomodori e il prezzemolo rimasto e cuocete coperto finchè le cozze non si apriranno.
Servite una porzione di farro e coprite con il sautè di cozze.
Io, per praticità elimino una parte di gusci.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

mercoledì 15 giugno 2011

Paccheri con ragù.. primavera


 
 
 

Lui vuole la pasta.
Io, le verdure.
Uniamo gli ingredienti e facciamola finita.. con gusto però!!
Le verdure di stagione, delicate, saporite che incantano il palato, le uniamo ai corposi paccheri della "Fabbrica della pasta" di Gragnano.
Ottimo risultato per un primo piatto assolutamente di stagione.

INGREDIENTI:
  • 300 gr. Paccheri "Fabbrica della pasta" di Gragnano
  • 200 gr. di carotine novelle
  • 200 gr. di zucchine
  • 100 gr. di asparagi
  • 100 gr. di taccole
  • 3 pomodori maturi o salsa di pomodoro
  • sedano
  • 1 cipollotto
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Lavate le carote e le zucchine, tagliatele a dadini. Cuocetele in acqua leggermente salata per circa 5 minuti, scolatele.
Lavate gli asparagi e le taccole e cuocete a vapore per 5 minuti. A fine cottura tagliate a pezzettini.
In una padella, versate un filo d'olio, fate saltare il cipollotto e il sedano per qualche minuto, unite la salsa di pomodoro precedentemente preparata. Unite tutte le verdurine, fatele insaporire per una decina di minuti a fuoco vivace, aggiustate di sale e spolverate di pepe.
Portate a ebbolizione l'acqua, cuocete i paccheri.
A cottura ultimata, saltate la pasta con le verdure.
Servite subito.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

mercoledì 8 giugno 2011

Riso Venere con Seppioline e code di Gambero in guazzetto piccante

 
 
 

Non vi ho mai parlato del mio amore... per il riso Venere!!! Lo adoro!!! .. così profumato, corposo e versatile. Perfetto con un filo d'olio e sorprendente vestito a festa.
I difetti sono la lunga cottura, circa 40-45 minuti e il costo, ma alla fine sarete ripagati dal gusto. Bellissimo vederlo bollire nella sua acqua nera nera. Detto tutto?? No, questo riso di origine cinese una volta era destinato solamente all'imperatore e alla sua corte, oggi viene coltivato anche nella pianura padana. Ricco di ferro, silicio e selenio con proprietà antiossidanti.
Sembro una venditrice??? No, non vendo riso, lo mangio!!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
  • 300 gr. di Riso Venere
  • 300 gr. di seppioline a pezzetti
  • 300 gr di code di gambero 
  • 10 pomodorini
  • 3 cucchiai di olio di oliva extravergine
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 peperoncino rosso
  • 1/2 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • prezzemolo
  • sale e pepe
Lessate il riso in acqua salata. Intanto..
lavate accuratamente le seppioline, tagliatele a pezzetti. Lavate le code di gambero.
Scaldate l'olio in una padella con l'aglio privato dell'anima e tritato finemente. Aggiungete i pomodorini tagliati in quattro, il peperoncino privato dei semi sbriciolato e in ultimo le seppioline e le code di gambero.
Cuocete per 5 minuti spolverando con una parte di prezzemolo. Salate leggermente, pepate e aggiungete il concentrato di pomodoro.
Cuocete per altri 7-8 minuti con coperchio socchiuso.
A cottura ultimata del riso, scolatelo, conditelo con un filo di olio, per sgranare perfettamente i chicchi.
Passatelo in padella, per un minuto.
Servite con il rimanente prezzemolo fresco sminuzzato.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

mercoledì 18 maggio 2011

Fusilloni Integrali con Salsiccia Asparagi e Stracchino

 
 
 
 
 

La cena di questa sera, fusilloni ricchi e cremosi.
Tempo poco, fame tanta. Ecco a cosa ho pensato.
I fusilloni integrali della "Fabbrica della pasta di Gragnano" corposi e gustosi, ben si abbinano al gusto rustico della salsiccia e degli asparagi. Un tocco di stracchino per rendere cremoso e più goloso il tutto.
Buoni!!! Soddisfatta!!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
  • 300 gr. di fusilloni integrali "La Fabbrica della pasta di Gragnano"
  • 150 gr. di salsiccia
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 mazzo di asparagi
  • poco brodo vegetale
  • 4 cucchiai di olio di oliva extravergine
  • 100 gr. di stracchino
  • sale e pepe
Schiacciate  l'aglio in padella con l'olio e aggiungete la salsiccia sbriciolata, fate cuocere per qualche minuto a fuoco bassissimo, eliminate l'aglio.
Aggiungete gli asparagi cotti al vapore, tagliati a rondelle. Amalgamate.
Bollite la pasta in acqua salata  e scolatela al dente, trasferitela sul tegame con la salsiccia e gli asparagi e mantecate con lo stracchino. Se serve aggiungete un mestolino di brodo, fate restringere e servite.
A piacere una macinata di pepe.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 11 aprile 2011

Tagliolini con Crema di piselli e Polvere di Pomodoro Essicato

 
 
  

Lory??? Facciamo la pasta???
Mi guardo intorno.. chi sta parlando???
Non ci posso credere.. mio marito ha abbandonato server, pc, hardisk e chiavette usb..per fare la pasta???????????????
Incredibile..ma è successo!!!
A questo semplice primo piatto associo bellissime sensazioni.. la primavera arrivata prepotentemente con il suo carico di calore e dolci verdurine, che io adoro!!.. l'utilizzo della polvere di pomodoro, acquistata passeggiando per le vie di Amalfi in compagnia della mia Mariagrazia!!.. I complimenti ricevuti qualche giorno fa da Elena M., che ringrazio di cuore, la quale ha permesso che tutto ciò avvenisse.
..e naturalmente aver condiviso la cucina, con "la mia metà" tra risate, sgridate, farina ed una gran confusione.
Risultato?  Nonostante i pasticci dell'improvvisato cuoco... i tagliolini sono piaciuti parecchio!!
E' stata un'esperienza indimenticabile????!!!!Sì..avete capito bene, sarà difficile dimenticare!!!..adesso però.. fuori dalla mia cucina e.. torna ad occuparti dei server!!!!!
Dopo aver letto questo post.. probabilmente mi toglierà l'uso di qualsivoglia apparecchiatura elettronica, (cellulare incluso) presente in questa casa...di cui lui è sicuramente...re!!!
Per realizzare la pasta abbiamo utilizzato sfogliatrice ed accessori "Marcato".

INGREDIENTI PER LA PASTA:
  • 250 gr. di farina "00"
  • 2 uova e 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO:
  • 200 gr. di pisellini freschi
  • 1 scalogno grande
  • 1 noce di burro
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 l di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di caprino fresco
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • polvere di pomodoro essicato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Impastate gli ingredienti indicati per la pasta fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
Avvolgete la pasta in un foglio di pellicola e fatela riposare per 20 minuti.
Tritate finemente lo scalogno e appassitelo in casseruola con il burro, bagnando con poco brodo se necessario. Unite i pisellini e cuoceteli 5 minuti aggiungendo sale e pepe.
Coprite con il brodo caldo, preparato con sedano, carota e cipolla e continuate a cuocere finchè i piselli risulteranno molto teneri.
Frullate il tutto con il minipimer unendo il caprino e l'olio extravergine di oliva.
Aggiustate di densità e sapore.
Bollite i tagliolini in acqua salata, scolateli al dente e terminate la cottura con la crema di piselli ancora fluida.
Servite mantecando con il parmigiano e cospargendo con un cucchiaio di polvere di pomodoro essicato, amalgamato ad un goccino d'olio.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest