lunedì 27 maggio 2019

Salame di cioccolato senza uova e burro


Sempre con me:

Dolce che si prepara in pochi minuti e che mi riporta indietro nel tempo.
In tutte le ricorrenze importanti il salame di cioccolato era presente, lo preparava con dovizia una zia.
Ne ricordo ancora il gusto... era preparato in modo differente da quello che vi propongo io oggi, difatti tra gli ingredienti primeggiava il burro e c'era l'uovo.


Provate anche questa versione... pochi ingredienti e grande soddisfazione :)
Ho usato il cedro candito che adoro, ma potete sostituirlo 
con dell'ottima arancia o papaia candita.
Buona settimana!


INGREDIENTI:
  • 200 g di Nocciolata Rigoni di Asiago
  • 180 g di biscotti secchi
  • 100 g di cedro candito
  • 50 g di nocciole
  • 1 cucchiaino di cacao amaro setacciato
  • zucchero a velo
Sbriciolate i biscotti secchi in una ciotola e unite le nocciole tritate grossolanamente dopo averle tostate e private della pellicina strofinandole con le mani..
Aggiungete il cedro candito a cubetti e la crema al cacao e nocciole Nocciolata Rigoni di Asiago.
Impastate gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo.
Trasferitelo su un foglio di carta forno, compattatelo e dategli la forma di un salame, cospargendolo di tanto in tanto con poco cacao amaro.
Avvolgete il salame nella carta forno e mettetelo in frigo per almeno 6 ore o tutta la notte.
Eliminate la carta, cospargete accuratamente il dolce con lo zucchero a velo, poi affettatelo con un coltello seghettato e servitelo ben freddo.


A presto!

lunedì 6 maggio 2019

Rolata di tacchinella con speck ed erbette fini


Faccio largo uso di erbe aromatiche, ogni anno ne compro di nuove
e particolari ed arricchisco il mio angolino verde.
Vista la pioggia di questo periodo sono tutte
 rigogliose, profumate ed invitanti.
Qualche giorno fa ho preparato questo arrosto di tacchinella.
Ho usato rosmarino, salvia, maggiorana e timo limone,
finemente tritati ed arrotolati con fettine di speck, 
e scorza di limone (anche lui mio e quindi bio).
Dimenticavo... un velo di senape delicata.
Vi spiego come ho fatto :)

INGREDIENTI:
  • 700 g di fesa di tacchinella aperta a libro
  • alcune fette di speck
  • rosmarino, salvia, timo limone e maggiorana tritate fini
  • buccia e succo di un piccolo limone bio grattugiato
  • senape delicata
  • pepe sale
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di burro
  • brodo vegetale o vino bianco circa 1/2 bicchiere
Per prima cosa tritate molto finemente le erbe aromatiche (io utilizzo il coltello e non il mixer).
Tagliate a libro la fesa di tacchinella, se non avete dimestichezza, fatelo fare dal vostro macellaio.
Con un batticarne, battete la carne tra due fogli di carta forno per renderla uniforme e sottile (anche questo passaggio potete chiederlo al macellaio).
Lasciate la carne sul foglio di carta forno.
Salate e pepate la carne, pennellatela con un velo di senape delicata, cospargete la superficie con il trito fine di erbe aromatiche e con la scorza di limone grattugiata. 
Adagiatevi sopra le fettine di speck.
Arrotolate stretto, aiutandovi se necessita con  la carta forno.
Legate ora l'arrosto con dello spago da cucina in modo stretto, facendo più giri.
Salate, pepate e rotolate l'arrosto legato su altre erbette fini in modo che ne sia completamente cosparso.
Sciogliete in una pirofila che poi possa andare in forno, il cucchiaino di burro ed un filo di olio extravergine di oliva. Fate rosolare la rolata su fiamma vivace, rigirandola su tutti i lati.
Irroratela con il succo di limone.
Bagnatela con del brodo vegetale o con 1/2 bicchiere di vino bianco e proseguite la cottura in forno a 170° per circa un'ora, unendo se necessario altro brodo caldo.
A cottura avvenuta, lasciate riposare la rolata un'oretta e poi tagliatela a fette.


A presto!