martedì 16 aprile 2019

Spaghetti rustici


Solitamente pianifico i pasti della settimana, ma in questi giorni
non mi riesce, troppi impegni, troppe cose per la testa.

Manca poco all'ora di pranzo... che si fa? 
Si improvvisa, a volte con successo e complimenti
altre... meno :)
Comunque mentre preparavo la parte "corposa" del piatto
è arrivato, come manna dal cielo, 
un gradito regalo, ovvero un cestino straripante di spinacini novelli...
belli da commuovere!
Puliti, lavati e tuffati immediatamente nel condimento 
che naturalmente attendeva la parte verde :)
Provateli!!!!
Per noi questo è un piatto unico!

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 280 g di spaghetti
  • 200 g di salsiccia
  • 1 spicchio d'aglio
  • 15 pomodorini Pachino
  • un cucchiaino di zucchero di canna
  • spinacini novelli (orientativamente due manciate)
  • 3 cucchiai di olio d'oliva extravergine
  • sale e pepe
  • la punta di un cucchiaino di semi di finocchio
  • 50 g di petali di formaggio grana
Pulite, lavate accuratamente ed asciugate gli spinacini novelli.
Tagliate a metà i pomodorini, disponeteli su una teglia con la parte tagliata rivolta vero l'alto, cospargeteli con qualche granello di zucchero di canna, un pizzico di sale e un filo d'olio extravergine di oliva e  metteteli sotto il grill del forno per una decina di minuti. Tenete d'occhio che non brucino, deve solo caramellare leggermente lo zucchero.
Mettete da parte.  
Schiacciate l'aglio vestito e mettetelo in una padella con un filo d'olio.
Aggiungete ora la salsiccia sbriciolata e qualche semino di finocchio.
Fate sgrassare per tre minuti a fuoco vivace, eliminate l'aglio.
Aggiungete ora i pomodorini, mescolate.
Fate cuocere qualche minuto sempre a fuoco vivace.
A questo punto aggiungete gli spinaci lavati ed asciugati (tenete da parte le foglioline più piccole che aggiungerete a fine cottura), salate e pepate.
Nel frattempo fate cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata.
Scolatela al dente e passatela in padella con il condimento caldo.
Saltate gli spaghetti eventualmente aggiungendo un mestolino di acqua di cottura della pasta, mantecate con i petali di formaggio grana e guarnite con le restanti foglioline piccole di spinaci.

A presto!

mercoledì 10 aprile 2019

Cake variegato cioccolato e arancia


Non sembra primavera, fa fresco e la voglia di dolci "corposi" è ancora presente,
pertanto domenica ho preparato questo dolce bigusto 
dal profumo ancora invernale.
Ho aggiunto al cacao un pizzico di fleur de sel.
Buona giornata!


INGREDIENTI:
  • 230 g di farina"00"
  • 40 g di fecola
  • 20 g di burro
  • 3 uova
  • 70 ml di olio di mais
  • 1 arancia buccia e succo (100 ml)
  • 150 g di zucchero
  • 20 g di cacao
  • 30 g di cioccolato fondente tritato finissimo
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di fleur de sel
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 50 g di nocciole a pezzi
In una terrina setacciate la farina, con la fecola e la bustina di lievito.  
In un'altra terrina, sbattete a lungo le uova con lo zucchero, aggiungete poi il burro morbido e l'olio di mais, la buccia grattugiata e il succo dell'arancia.
Unite ora le polveri continuando a mescolare, io per praticità utilizzo le fruste elettriche.
Dividete in due l'impasto, in una parte unite il cacao setacciato, i 30 g di cioccolato fondente tritato finissimo ed un pizzico di fleur de sel.
Mescolate accuratamente.
Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake.
Versate l'impasto alternando i due colori.
Fate cuocere per circa 40 minuti a 180° (forno preriscaldato) fate sempre la prova stecchino per valutarne la cottura.
Sfornate, sformate e lasciate raffreddare la torta.
Nel frattempo fate fondere il cioccolato fondente e sminuzzate a coltello le nocciole.
Versate il cioccolato sulla superficie del dolce (posizionato sopra una gratella) e guarnite con le nocciole sminuzzate.

A presto!

lunedì 1 aprile 2019

Crostata rustica con lamponi disidratati e Fiordifrutta ai lamponi


Un dolce rustico come piace a me, 
 una frolla preparata con parte di farina integrale e di mais  
e tanti pezzettini di lamponi disidratati. 
Farcita naturalmente con Fiordifrutta Rigoni di Asiago...
la colazione perfetta!
Per un allegro risveglio vestiamo la crostata con tanti delicati fiorellini!
Felice settimana! 


Sempre con me:

INGREDIENTI PER LA FROLLA INTEGRALE:
  • 150 g di farina "00" 
  • 100 g di farina integrale
  • 50 g di farina di mais fumetto
  • 100 g di lamponi disidratati tritati in piccoli pezzi
  • 150 g di burro
  • 120 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • la buccia di 1 limone non trattato
  • un pizzico di sale
INGREDIENTI PER LA FROLLA DI RISO:
  • 100 g di farina di riso
  • 50 g di farina "00"
  • 70 g di burro
  • 60 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • la punta di un cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
INGREDIENTI PER LA FARCITURA:
  • Fiordifrutta ai lamponi Rigoni di Asiago
  • se piace zucchero a velo per lo spolvero



Prepariamo la frolla rustica.
Versate le farine ed i lamponi disidratati ridotti in piccoli frammenti su un piano di lavoro, aggiungete la scorza di limone grattugiato e un pizzico di sale.
Create con le dita un buco in centro e versatevi le uova, un pizzico di sale, lo zucchero di canna e il burro appena estratto dal frigo e tagliato a piccoli dadini.
Amalgamate velocemente tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo.
Formate un panetto, avvolgetelo in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno trenta minuti.
Trascorso il tempo necessario togliete la pasta dal frigo e stendetela con un mattarello su una spianatoia infarinata a raggiungere uno spessore di circa 4-5 mm.
Imburrate e infarinate una teglia del diametro di 26 cm e srotolatevi la sfoglia appena ottenuta.
Fate aderire bene la pasta ai bordi della teglia poi procedete a forare la base e i bordi con i rebbi di una forchetta per non far gonfiare l'impasto durante la cottura.
Farcite con Fiordifrutta Rigoni di Asiago.
Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

Procedete allo stesso modo per preparare la frolla con farina di riso.
Con uno stampino create le sagome desiderate, cuocetele per circa 20 minuti sempre a forno preriscaldato ma ad una temperatura inferiore (160°).
Lasciate raffreddare i biscottini.

A questo punto potete guarnire la vostra crostata posizionando a vostri piacere le sagome da voi create e a piacere spolverizzare con zucchero a velo. 


A presto!

lunedì 25 marzo 2019

Ciambella allo yogurt



In tanti anni di blog e di golosità condivise, 
non ho mai postato la ricetta della ciambella allo yogurt
dolce quasi sempre presente a casa mia per la colazione.
E' la torta più facile e soffice che ci sia, difficilmente può non riuscire
ed è inoltre perfetta da farcire per renderla ancora più invitante.
Buona settimana!!!


Sempre con me:
Stampo budino con cono Guardini linea Gardenia

INGREDIENTI:
  • 200 g di farina "00"
  • 90 g di fecola di patate
  • 180 g di zucchero
  • 90 g di olio di semi di mais
  • 1 yogurt bianco
  • 3 uova 
  • 1 bustina di lievito
  • 1 limone piccolo non trattato scorza e succo
  • la punta di un cucchiaino di essenza di vaniglia
  • zucchero a velo

Imburrate ed infarinate uno stampo da ciambella cm 23 x 12.
Preriscaldate il forno a 180°.
Con le fruste elettriche montate bene le uova con lo zucchero, aggiungete poi l'olio di semi di mais e sempre mescolando lo yogurt con la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia.
Grattugiate la buccia di un piccolo limone non trattato e spremetene il succo, aggiungete al composto di uova e mescolate.
A questo punto non vi resta che aggiungere la farina e la fecola di patate setacciate ed il lievito anch'esso accuratamente setacciato.
Amalgamate il tutto velocemente.
Versate il composto nello stampo infarinato ed imburrato, livellate ed infornate.
Cuocete per 30 minuti a 180°, fate sempre la prova stecchino.
A cottura terminata, sformate, fate raffreddare e cospargete il dolce con abbondante zucchero a velo.


A presto!



martedì 19 marzo 2019

Zeppole di San Giuseppe


19 Marzo,
Auguri a tutti i papà!


INGREDIENTI :
  • 125 g di farina
  • 125 g di acqua
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 90 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia
Per la crema pasticcera.
  • 400 ml di latte
  • 70 g di farina
  • 3 uova
  • 130 g di zucchero
  • 1 limone non trattato
  • 1 stecca di vaniglia
Per completare.
  • amarene sciroppate
  • zucchero a velo
In una casseruola portate a ebollizione l'acqua con il burro tagliato a pezzetti, il cucchiaino di zucchero e l'estratto di vaniglia.
Versate ora la farina a cui avrete aggiunto un pizzico di sale.
Mescolate velocemente l'impasto con un cucchiaio a fuoco vivace. E' importante che la pasta asciughi bene, in modo che sia pronta ad assorbire tutte le uova senza diventare troppo molle.
Fate raffreddare la pasta cotta, mettetela in una terrina e aggiungete un uovo per volta, lavorandola con la frusta.
Alla fine della lavorazione la pasta deve risultare soda e compatta, come una crema pasticcera solida.
Su un foglio di carta forno posato su una teglia, create le vostre zeppoline con l'aiuto di una sac à poche. Io faccio un giro e mezzo sovrapposto lasciando un piccolo foro in centro.
Mettetele in forno per circa 35 minuti (forno preriscaldato e statico), eventualmente cuocetele altri 5 minuti, devono risultare gonfie e di un bel colore dorato.

Preparate la crema pasticcera.

Mettete a bollire il latte con la scorza di limone e la stecca di vaniglia incisa.
Nel frattempo montate a crema i tuorli con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata e mescolate con la frusta in modo che non si formino grumi.
Versate il latte caldo filtrato.
Amalgamate bene il composto muovendo la frusta dal basso verso l'alto per renderla spumosa.
Ponete la crema sul fuoco e cuocetela a fiamma bassa per circa 10 minuti mescolando continuamente.
Raffreddatela a bagnomaria in acqua fredda girandola con la frusta affinché non si formi la pellicola in superficie.

Con la sac à poche riempite le zeppole, spolveratele con lo zucchero a velo e guarnitele con le amarene sciroppate.



A presto!

lunedì 11 marzo 2019

Fougasse provenzale


La fougasse provenzale è una larga e piatta pagnotta riconoscibile grazie ai tagli sulla crosta che rappresentano i rami di un albero.
E' una specialità delle regioni Languedoc e Provenza, molto simile comunque alla focaccia italiana.
A volte chiamate fouacés, o pane del focolare, sono tradizionalmente cotte sulla superficie del forno dopo aver tolto la brace, ma con il forno ancora troppo caldo per cuocere una normale pagnotta.
Ci sono vari tipi di fougasse, la maggior parte è preparata con il metodo di lievitazione naturale ed è piatta, incisa profondamente e cotta in forno molto caldo.


A noi è piaciuta tantissimo, crosticina croccante ed interno morbido morbido... una bontà!!
La prossima volta proverò ad inserire nell'impasto una piccola quantità 
di aromatiche finemente tritate. 


INGREDIENTI:
  • 450 g di farina "0"
  • 1 cucchiaino di sale
  • 8 g di lievito di birra fresco
  • 280 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva + quello per la superficie
  • rosmarino e timo fresco
  • qualche granello di sale grosso per la superficie


Ungete leggermente due teglie da forno.
Setacciate la farina e il sale insieme in una terrina grande e fate un buco al centro.
Mescolate il lievito in 60 ml di acqua.
Versate il mix di lievito al centro della farina con l'acqua rimasta e i due cucchiai di olio di oliva e mescolate fino a creare un impasto morbido.
Rovesciate l'impasto su una spianatoia leggermente infarinata e impastate per una decina di minuti o finché non è liscio ed elastico.
Mettete l'impasto in una terrina leggermente oliata, coprite con della pellicola trasparente unta e lasciate lievitare fino al raddoppio.


Rovesciate nuovamente l'impasto su una spianatoia leggermente infarinata, dividetelo in due parti uguali e picchiettatelo.
Schiacciate l'impasto e cercate di modellarlo in modo da ottenere la sagoma di una foglia (circa 28 cm x 15 cm).
Usando una lametta fate dei tagli diagonali fino quasi all'estremità ed un taglio centrale.
Tirate l'impasto con le dita ed allargate i tagli.
Trasferite l'impasto su fogli di carta forno, coprite con pellicola leggermente unta e fate lievitare per circa un'ora.
Preriscaldate il forno a 220°.
Spennellate entrambe le foglie con un po' di olio extra vergine di oliva e cuocete per 25 minuti o finché non sono ben dorate.
Trasferite su una gratella e fate raffreddare.
Tritate finemente del rosmarino e del timo fresco, cospargetelo uniformemente sulle pagnotte e servite.


A presto!


lunedì 25 febbraio 2019

Bacetti amalfitani


Ho replicato con gioia la ricetta di Sal De Riso.
I Bacetti amalfitani, sono piccoli dolcetti preparati con parte di farina di nocciole, 
legati insieme da una deliziosa e profumatissima cremina al limone e cioccolato bianco,
bontà unica a cui è difficile resistere!!
I limoni sono i miei, la pianta quest'anno è stata generosissima
prevedo molti altri dolci al limone :)
Buona settimana!!!!



INGREDIENTI per la frolla montata:
  • 230 g di farina "00"
  • 60 g di fecola di patate
  • 70 g di nocciole in polvere
  • 90 g di zucchero
  • 160 g di burro morbido
  • 2 uova piccole + 1 tuorlo
  • 1 bacca di vaniglia
  • la buccia di 1 limone grattugiata
  • 1 g di sale
  • 1 g di lievito in polvere
INGREDIENTI per la crema al limone:
  • 180 g di cioccolato bianco
  • 50 ml di panna fresca
  • 50 ml di limoncello
  • buccia di 1/2 limone grattugiata
  • zucchero a velo per lo spolvero finale
Preparate la frolla montata.
Montate per cinque minuti con l'aiuto di un frullino elettrico il burro con lo zucchero, i semini di vaniglia, il limone grattugiato e il sale precedentemente sciolto in un cucchiaio di acqua fredda.
Aggiungete le uova, il tuorlo ed emulsionate.
Setacciate in una terrina la farina con la fecola, il lievito in polvere e miscelate anche le nocciole precedentemente ridotte in polvere con l'aiuto di un robot da cucina.
Unite le polveri al burro montato con le uova e con una spatola miscelate dal basso verso l'alto ottenendo un impasto liscio e cremoso.
Su una teglia coperta con un foglio di carta forno formate con una sac à poche delle semisfere grandi come una nocciola.
Cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 12 minuti.
Togliete i dolci dal forno e lasciate raffreddare.

Preparate la crema al limone.
In un tegame, portate alla temperatura di 90° la panna con la scorza di limone grattugiata.
Versate la panna calda sopra il cioccolato bianco ridotto a piccoli pezzi e con un cucchiaio mescolate in continuazione fino a completo scioglimento.
Unite il limoncello e lasciate raffreddare fino a quando il composto si presenta come una crema solida.
Accoppiate i biscotti, unendo le semisfere con un cucchiaino di crema al limone e spolverate la superficie con zucchero a velo.


A presto!

lunedì 18 febbraio 2019

Pane in cassetta con pomodori secchi


A volte marito o figlia necessitano di un pranzo veloce ma genuino.
Da anni soddisfo questa necessità preparando questo pane in cassetta, 
ottimo per panini e toast.
La costa croccante ed il suo interno morbido e saporitissimo lo rendono irresistibile.
Provatelo, non comprerete mai più il pane da toast al supermercato... 

INGREDIENTI per uno stampo da plumcake da 500 g 15x10
  • 300 g di farina "0"
  • 6 g di sale
  • 3 g di lievito di birra 
  • 200 ml di acqua tiepida
  • 5 falde di pomodoro secco
In una ciotola grande sciogliete bene il lievito in acqua tiepida.
In una ciotola invece setacciate la farina, unite il sale e le falde di pomodoro secco tagliate a stiscioline piccolissime.
Unite la farina all'acqua in cui avete sciolto il lievito, mescolando i due composti con un cucchiaio di legno e con le mani finché stanno insieme e formano un impasto.
Coprite ora la ciotola con pellicola  fate riposare 10 minuti.
Dopo 10 minuti l'impasto è pronto da lavorare.
Lasciandolo nella ciotola, tirate una parte dell'impasto dal lato e premetelo al centro. Girate leggermente la ciotola e ripetete l'operazione con un'altra porzione di impasto.
Ripetete altre 8 volte. L'intero processo dovrebbe durare 10 secondi e l'impasto dovrebbe iniziare a fare resistenza.
Coprite di nuovo la ciotola e fate riposare per 10 minuti.
Ripetete altre tre volte questi giri di pieghe in ciotola, facendo riposare l'impasto 10 minuti tra un giro completo ed un altro.
A questo punto, capovolgendo l'impasto dovreste avere una palla liscia.
Coprite l'impasto con la ciotola e fate lievitare per un'ora.
Quando l'impasto è raddoppiato di volume schiacciatelo delicatamente con le dita per fare uscire l'aria.
Spolverate con poca farina una spianatoia.
Rovesciate l'impasto sulla spianatoia schiacciatelo un po' per dargli una forma ovale.
Ripiegate verso il centro l'estremità destra, adesso la sinistra.
Premete leggermente per sigillare l'impasto.
Date all'impasto una forma rettangolare tirando delicatamente le estremità.
Arrotolatelo su se stesso cercando di ottenere la lunghezza dello stampo.
Mettete l'impasto con la chiusura rivolta verso il basso, all'interno di uno stampo da plumcake, precedentemente coperto con un foglio di carta forno bagnato e strizzato alla perfezione.
Coprite lo stampo con pellicola e fate lievitare finché l'impasto è quasi raddoppiato (circa un'ora).
Preriscaldate il forno a 220° ed infornate per circa 35 minuti o finché è ben dorato.
Per controllare se il pane è cotto, toglietelo dallo stampo e date un colpetto al fondo, dovrebbe suonare vuoto.
Note: ricetta e procedimento tratti dal libro "Come si fa il Pane" di Emmanuel Hadjiandreou.
Per ottenere il pane in foto io ho eseguito la ricetta con doppia dose di ingredienti e cotto il pane in uno stampo da plumcake lungo 30 cm( ho anche aggiunto le falde di pomodoro secco, non presenti in ricetta), consiglio comunque di cimentarvi per la prima volta con la dose singola.  


A presto!

lunedì 11 febbraio 2019

Bomboloni


Sfogliare il suo blog appaga occhi e palato ed io mi ci perdo spesso,
le sue ricette così dettagliate sono infallibili per gioia infinita mia :)

Sabato ho ceduto ad una richiesta ed ho fatto bene... 
non friggo spesso è un metodo di cottura che non mi appartiene,
vi assicuro però che ne è valsa la pena!

Per correttezza, vi rimando al blog "Anice e Cannella",
troverete ricetta, ingredienti e tanti consigli per preparare questo dolce senza problemi!!!!

Se proprio non avete voglia di friggere provate a cuocerli in forno...
io l'ho fatto, guardate qui :)

A presto!

martedì 29 gennaio 2019

Torta versata con ricotta e cioccolato



Qualche giorno fa girovagando di blog in blog 
mi sono imbattuta in questo meraviglioso dolce... amore a prima vista!
Sono corsa in cucina, ho seguito alla lettera la sua ricetta
ed ho ottenuto una torta meravigliosa.
Alice, la padrona di casa del blog "La cucina di Esme" è bravissima e le sue ricette perfette. 
Grazie :)


INGREDIENTI PER LA BASE:
per uno stampo da 18 cm
  • 100 g di farina "00"
  • 1 uovo
  • 70 g di zucchero semolato
  • 25 ml di olio evo
  • 30 ml di latte
  • 4 g di lievito per dolci
INGREDIENTI PER LA CREMA:
  • 250 g di ricotta
  • 1 uovo
  • 20 g di fecola di patate
  • 50 g di zucchero semolato
  • 50 g di cioccolato fondente
INGREDIENTI PER GUARNIRE:
  • zucchero a velo


Prima di tutto preparate la crema.
Mettete in una terrina la ricotta ben scolata, aggiungete lo zucchero e mescolate bene.
Aggiungete ora l'uovo leggermente sbattuto, la fecola di patate ed amalgamate. In ultimo unite il cioccolato fondente tagliato a coltello. Mettete il composto in frigo.

Per la base.
Preriscaldate il forno a 170° modalità statico.
In una terrina montate lo zucchero con l'uovo fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro, aggiungete il latte, la farina setacciata con il lievito e per ultimo l'olio versato a filo.
Imburrate ed infarinate una tortiera di 18 cm di diametro.
Versate ora 150 g di composto e livellate.
Mettete in forno e fate cuocere per 15 minuti.
Sfornate ora la mezza torta ed adagiatevi delicatamente la crema di ricotta, livellate la superficie aiutandovi con una spatola.
Sopra la ricotta versate delicatamente l'impasto rimanente, livellate ed infornate per altri 35-40 minuti.
Trascorso il tempo sfornate e sformate il dolce, lasciatelo raffreddare completamente e spolveratelo con lo zucchero a velo.
Il giorno dopo è ancora più buono!


A presto!


martedì 22 gennaio 2019

Torta di semolino all'arancia


Torta semplice, preparata con la regina dell'inverno: l'arancia! 
Vi sorprenderà per la consistenza soffice, "vellutata",
che conquisterà grandi e piccini 
e per l'intenso profumo.
In poco più di un'ora potrete offrire ai vostri ospiti 
un dolce goloso ed inebriante.


INGREDIENTI:
  • 100 g di semolino
  • 150 g di farina "00"
  • 80 g di burro
  • 1 cucchiaio di scorza di arancia bio finemente grattugiata
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 1/2 bustina di lievito
  • 130 g di latte
  • semi di 1 bacca di vaniglia
INGREDIENTI
per lo sciroppo di arancia:
  • 40 g di acqua
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di succo di arancia filtrato
  • 1 arancia tagliata a fette
Preparazione.
Utilizzando lo sbattitore elettrico sbattete ad alta velocità il burro con la scorza di arancia (non trattata) grattugiata, i semi di una bacca di vaniglia e lo zucchero fino a renderlo chiaro e cremoso.
Aggiungete le uova, uno alla volta, lavorando bene ad ogni passaggio.
Incorporate il semolino, la farina setacciata con il lievito e il latte a temperatura ambiente..
Versate il composto in uno stampo (20 cm di diametro) imburrato, infarinato e infornate (forno preriscaldato) a 180° per circa 40 minuti, fate sempre la prova stecchino.
Preparate ora lo sciroppo all'arancia.
In una casseruola versate lo zucchero, il succo di arancia e l'acqua.
Ponete sul fuoco basso e cuocete per 5/6 minuti.
Aggiungete ora le fette di arancia e portate ad ebollizione.
Fate bollire piano per 3 minuti o fino a quando lo sciroppo si presenterà denso, facendo attenzione a non rompere le fette di arancia.
Sgocciolatele e trasferitele su un piano coperto con carta forno.
Fate raffreddare lo sciroppo e versatene metà sulla torta.
Lasciate riposare per 15 minuti, poi sformatela su un piatto.
Disponete sul bordo del dolce le fette di arancia.
Servite a parte lo sciroppo rimasto.
Ottima anche fredda!


A Presto!

martedì 15 gennaio 2019

Ciambella panna e caffè ginseng


Primo post dell'anno in lieve ritardo :)
Mi volete bene lo stesso?
Facciamo colazione insieme, 
vi offro una fettina di ciambella ed un buon caffè :)


INGREDIENTI:
impasto bianco
  • 250 g di farina "00"
  • 160 g di zucchero
  • 80 g di burro
  • 125 g di panna fresca
  • 2 uova
  • 13 g di lievito
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
INGREDIENTI:
impasto nero
  • 250 g di impasto bianco
  • 20 g di cacao amaro in polvere
  • 40 g di caffè ginseng
  • 20 g di panna fresca
INGREDIENTI:
per la copertura
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 40 g di panna fresca
  • qualche scaglia di cioccolato al latte

Per l'impasto bianco, 
mettete in una ciotola lo zucchero, metà farina, il burro morbido e sbattete con le fruste elettriche per cinque minuti, quindi versate la panna e, sempre sbattendo, aggiungete la farina restante, il lievito setacciato, i semini di una bacca di vaniglia e un pizzico di sale.
Per l'impasto nero, 
prelevate 250 g di impasto bianco e amalgamatevi il resto degli ingredienti (setacciate il cacao) mescolando bene.
Imburrate uno stampo ed infarinatelo bene. Versate a cucchiaiate alternando i due impasti, fino ad esaurirli.
Cuocete la ciambella in forno preriscaldato a 175° per circa 40 minuti, fate sempre la prova stecchino.
Sfornate, sformate il dolce e fate raffreddare.
Per la copertura fate scaldare la panna poi aggiungete il cioccolato fondente tritato, mescolate accuratamente.
Versate il cioccolato sulla torta e guarnite con qualche scaglia di cioccolato al latte.


A presto!