sabato 22 dicembre 2018

Biscotti speziati


Le prossime ore mi vedranno impegnata nell'organizzazione e preparazione del pranzo di Natale,
ne approfitto quindi per lasciarvi i miei più cari Auguri.

Sia per tutti un Natale colmo di gioia e serenità,
con tanto affetto...


INGREDIENTI:
  • 300 g di farina "00"
  • 40 g di farina integrale
  • 10 g di cacao amaro
  • 150 g di zucchero di canna
  • 50 g di melassa
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
  • un pizzico di chiodi di garofano in polvere
  • 100 g di burro
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
PER DECORARE:
  • zucchero a velo per lo spolvero
oppure
  • 100 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio di acqua calda
Su fuoco basso scaldate il burro, il sale, lo zucchero e la melassa, mescolando fino ad amalgamarli bene, poi lasciate raffreddare il composto.
In una ciotola unite le farine, il cacao, il bicarbonato, lo zenzero, la cannella e i chiodi di garofano.
Aggiungete ora lo sciroppo, l'uovo e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Avvolgetelo con pellicola e mettetelo in frigorifero per qualche ora.
Preriscaldate il forno a 170°.
Stendete l'impasto a 3 mm di spessore e incidete con le formine, rimpastate gli sfridi fino a terminare l'impasto.
Sistemateli su una teglia coperta con carta forno e fate cuocere per una decina di minuti, fino a doratura.
Lasciate raffreddare i biscotti su una gratella.
Potete semplicemente spolverarli con zucchero a velo o decorarli con una semplice glassa preparata mescolando lo zucchero a velo con un cucchiaio di acqua calda.


A presto!

martedì 11 dicembre 2018

Pan d'arancio


Meravigliosa scoperta questo dolce di Letizia Bruno!
Si prepara in un attimo! 
Tutti gli ingredienti vengono frullati insieme 
 senza alcuno spreco, visto che l'arancia viene utilizzata per intero, buccia e polpa, 
ciò regala inoltre un profumo intenso che ben sposa il periodo natalizio.
Poi adoro quella leggerissima nota amarognola...
Facciamo merenda?


INGREDIENTI:
  • 1 arancia intera con buccia sottile non trattata
    • 300 g di farina "00"
    • 1 bustina di lievito per dolci
    • 3 uova
    • 250 g di zucchero (io ne ho messo 200)
    • 100 g di latte
    • 100 g di olio di semi di mais
    • 1 bacca di vaniglia
    • zucchero a velo per lo spolvero

    Tagliate a pezzetti l'arancia (con la buccia) e riducetela in purea con l'aiuto di un mixer.
    Aggiungete sempre nel mixer il latte, l'olio e le uova precedentemente sbattute, azionate il robot da cucina fino ad ottenere un composto omogeneo.
    In una terrina setacciate insieme tutti gli ingredienti secchi.
    Unite ora gli ingredienti secchi a quelli umidi e mescolate grossolanamente con una forchetta.
    Imburrate ed infarinate uno stampo e versatevi il composto.
    Cuocete a 165° per circa 40 minuti (io ho cotto a 170° per 55 minuti) fate sempre la prova stecchino.
    Cospargete il dolce con abbondante zucchero a velo.


    A presto!

    martedì 4 dicembre 2018

    Il Pandorlato di Paoletta


    Avete voglia di preparare un dolce natalizio ma non avete il tempo necessario per seguire
    le lunghe e non facilissime fasi preparatorie per realizzare panettoni e pandori?
    In questo caso vi consiglio il Pandorlato di Paoletta!
    Delicato, leggero, profumato e soprattutto facile da realizzare.
    La ricetta è di Paoletta, invito tutti a visitare il suo bellissimo blog " Anice e Cannella",
    per me fonte inesauribile di ispirazione!


    INGREDIENTI:
    • 280gr farina W 350 (rieper gialla, in alternativa manitoba del supermercato)
    • 80gr latte intero
    • 90gr zucchero
    • 110gr burro
    • 180gr uova intere (3 uova)
    • 8gr lievito di birra fresco
    • 5gr sale
    • zeste grattugiata di 1 arancia
    • 2 cucchiai di Cointreau
    • 1 cucchiaino miele d’acacia
    • 1 manciata di mandorle con la pelle
    Al mattino verso le 8:
    Io ho iniziato al mattino e infornato la sera, ma è possibile il contrario.
    • Mescoliamo il latte intiepidito con il lievito, il miele e 70gr di farina, copriamo.
    • Dopo una mezz’ora (deve gonfiare) uniamo gli albumi, il resto della farina e mescoliamo, con la foglia, a vel. 1 (ken). Uniamo il sale, il liquore e portiamo lentamente a vel. 2, incordiamo (ci vorranno 5 – 10 minuti)
    • Riduciamo a vel. 1,5 ed uniamo un tuorlo, alla ripresa dell’incordatura aggiungiamo un altro tuorlo e metà dello zucchero, riprendiamo l’incordatura ed uniamo l’ultimo tuorlo con tutto lo zucchero, incordiamo.
    • Serriamo l’incordatura ed uniamo, un cucchiaino alla volta, 40gr di burro fuso freddo, portiamo a 1,5, incordiamo ed aggiungiamo il burro rimanente morbido a pezzetti, insieme alla buccia di arancia, incordiamo.
    • Dovrà presentarsi lucido e ben legato.
    • note: io ho faticato un po' ad incordare, alla fine, dopo il burro morbido, ho aggiunto 15 gr di farina (ho usato la rieper gialla, credo sia ottima anche la Lo Conte)
    • Poniamo in un recipiente da frigo, sigilliamo e, dopo 40/50 minuti (assicurarsi che parta la lievitazione), poniamo in frigo in una zona sui 6 – 7° per circa 6/8 ore.


    • Tiriamo fuori dal frigo e, dopo 30' minuti, rovesciamo sul tavolo infarinato e diamo le pieghe del tipo 2, dovremo ottenere una massa compatta
    • Con la chiusura sotto arrotondiamo e trasferiamo in uno stampo da panettone da 750. Copriamo con pellicola e poniamo in forno spento, lampadina accesa fino a che non arriva ad un dito e mezzo sotto il bordo dello stampo.
    • Pennelliamo delicatamente con albume leggermente battuto e spolveriamo prima con zucchero a granella, poi decoriamo delicatamente con le mandorle a piacere, infine spolveriamo con zucchero a velo.
    • Quando quest'ultimo sarà assorbito spolveriamo ancora con zucchero a velo, e inforniamo a 180° per circa 30 minuti, su placca del forno, posizionata su grata bassa, perchè cresce molto.
    • Controlliamo di frequente che lo zucchero non bruci, casomai copriamo con carta stagnola. Sforniamo e poniamo su una gratella fino al raffreddamento. 
    (Io ho fatto riposare il pandorlato come si fa con i panettoni, ovvero infilzando la base con due lunghi spiedini e facendo riposare il dolce capovolto fino al mattino)


    A presto!