martedì 16 aprile 2019

Spaghetti rustici


Solitamente pianifico i pasti della settimana, ma in questi giorni
non mi riesce, troppi impegni, troppe cose per la testa.

Manca poco all'ora di pranzo... che si fa? 
Si improvvisa, a volte con successo e complimenti
altre... meno :)
Comunque mentre preparavo la parte "corposa" del piatto
è arrivato, come manna dal cielo, 
un gradito regalo, ovvero un cestino straripante di spinacini novelli...
belli da commuovere!
Puliti, lavati e tuffati immediatamente nel condimento 
che naturalmente attendeva la parte verde :)
Provateli!!!!
Per noi questo è un piatto unico!

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 280 g di spaghetti
  • 200 g di salsiccia
  • 1 spicchio d'aglio
  • 15 pomodorini Pachino
  • un cucchiaino di zucchero di canna
  • spinacini novelli (orientativamente due manciate)
  • 3 cucchiai di olio d'oliva extravergine
  • sale e pepe
  • la punta di un cucchiaino di semi di finocchio
  • 50 g di petali di formaggio grana
Pulite, lavate accuratamente ed asciugate gli spinacini novelli.
Tagliate a metà i pomodorini, disponeteli su una teglia con la parte tagliata rivolta vero l'alto, cospargeteli con qualche granello di zucchero di canna, un pizzico di sale e un filo d'olio extravergine di oliva e  metteteli sotto il grill del forno per una decina di minuti. Tenete d'occhio che non brucino, deve solo caramellare leggermente lo zucchero.
Mettete da parte.  
Schiacciate l'aglio vestito e mettetelo in una padella con un filo d'olio.
Aggiungete ora la salsiccia sbriciolata e qualche semino di finocchio.
Fate sgrassare per tre minuti a fuoco vivace, eliminate l'aglio.
Aggiungete ora i pomodorini, mescolate.
Fate cuocere qualche minuto sempre a fuoco vivace.
A questo punto aggiungete gli spinaci lavati ed asciugati (tenete da parte le foglioline più piccole che aggiungerete a fine cottura), salate e pepate.
Nel frattempo fate cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata.
Scolatela al dente e passatela in padella con il condimento caldo.
Saltate gli spaghetti eventualmente aggiungendo un mestolino di acqua di cottura della pasta, mantecate con i petali di formaggio grana e guarnite con le restanti foglioline piccole di spinaci.

A presto!

mercoledì 10 aprile 2019

Cake variegato cioccolato e arancia


Non sembra primavera, fa fresco e la voglia di dolci "corposi" è ancora presente,
pertanto domenica ho preparato questo dolce bigusto 
dal profumo ancora invernale.
Ho aggiunto al cacao un pizzico di fleur de sel.
Buona giornata!


INGREDIENTI:
  • 230 g di farina"00"
  • 40 g di fecola
  • 20 g di burro
  • 3 uova
  • 70 ml di olio di mais
  • 1 arancia buccia e succo (100 ml)
  • 150 g di zucchero
  • 20 g di cacao
  • 30 g di cioccolato fondente tritato finissimo
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di fleur de sel
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 50 g di nocciole a pezzi
In una terrina setacciate la farina, con la fecola e la bustina di lievito.  
In un'altra terrina, sbattete a lungo le uova con lo zucchero, aggiungete poi il burro morbido e l'olio di mais, la buccia grattugiata e il succo dell'arancia.
Unite ora le polveri continuando a mescolare, io per praticità utilizzo le fruste elettriche.
Dividete in due l'impasto, in una parte unite il cacao setacciato, i 30 g di cioccolato fondente tritato finissimo ed un pizzico di fleur de sel.
Mescolate accuratamente.
Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake.
Versate l'impasto alternando i due colori.
Fate cuocere per circa 40 minuti a 180° (forno preriscaldato) fate sempre la prova stecchino per valutarne la cottura.
Sfornate, sformate e lasciate raffreddare la torta.
Nel frattempo fate fondere il cioccolato fondente e sminuzzate a coltello le nocciole.
Versate il cioccolato sulla superficie del dolce (posizionato sopra una gratella) e guarnite con le nocciole sminuzzate.

A presto!

lunedì 1 aprile 2019

Crostata rustica con lamponi disidratati e Fiordifrutta ai lamponi


Un dolce rustico come piace a me, 
 una frolla preparata con parte di farina integrale e di mais  
e tanti pezzettini di lamponi disidratati. 
Farcita naturalmente con Fiordifrutta Rigoni di Asiago...
la colazione perfetta!
Per un allegro risveglio vestiamo la crostata con tanti delicati fiorellini!
Felice settimana! 


Sempre con me:

INGREDIENTI PER LA FROLLA INTEGRALE:
  • 150 g di farina "00" 
  • 100 g di farina integrale
  • 50 g di farina di mais fumetto
  • 100 g di lamponi disidratati tritati in piccoli pezzi
  • 150 g di burro
  • 120 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • la buccia di 1 limone non trattato
  • un pizzico di sale
INGREDIENTI PER LA FROLLA DI RISO:
  • 100 g di farina di riso
  • 50 g di farina "00"
  • 70 g di burro
  • 60 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • la punta di un cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
INGREDIENTI PER LA FARCITURA:
  • Fiordifrutta ai lamponi Rigoni di Asiago
  • se piace zucchero a velo per lo spolvero



Prepariamo la frolla rustica.
Versate le farine ed i lamponi disidratati ridotti in piccoli frammenti su un piano di lavoro, aggiungete la scorza di limone grattugiato e un pizzico di sale.
Create con le dita un buco in centro e versatevi le uova, un pizzico di sale, lo zucchero di canna e il burro appena estratto dal frigo e tagliato a piccoli dadini.
Amalgamate velocemente tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo.
Formate un panetto, avvolgetelo in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno trenta minuti.
Trascorso il tempo necessario togliete la pasta dal frigo e stendetela con un mattarello su una spianatoia infarinata a raggiungere uno spessore di circa 4-5 mm.
Imburrate e infarinate una teglia del diametro di 26 cm e srotolatevi la sfoglia appena ottenuta.
Fate aderire bene la pasta ai bordi della teglia poi procedete a forare la base e i bordi con i rebbi di una forchetta per non far gonfiare l'impasto durante la cottura.
Farcite con Fiordifrutta Rigoni di Asiago.
Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

Procedete allo stesso modo per preparare la frolla con farina di riso.
Con uno stampino create le sagome desiderate, cuocetele per circa 20 minuti sempre a forno preriscaldato ma ad una temperatura inferiore (160°).
Lasciate raffreddare i biscottini.

A questo punto potete guarnire la vostra crostata posizionando a vostri piacere le sagome da voi create e a piacere spolverizzare con zucchero a velo. 


A presto!

lunedì 25 marzo 2019

Ciambella allo yogurt



In tanti anni di blog e di golosità condivise, 
non ho mai postato la ricetta della ciambella allo yogurt
dolce quasi sempre presente a casa mia per la colazione.
E' la torta più facile e soffice che ci sia, difficilmente può non riuscire
ed è inoltre perfetta da farcire per renderla ancora più invitante.
Buona settimana!!!


Sempre con me:
Stampo budino con cono Guardini linea Gardenia

INGREDIENTI:
  • 200 g di farina "00"
  • 90 g di fecola di patate
  • 180 g di zucchero
  • 90 g di olio di semi di mais
  • 1 yogurt bianco
  • 3 uova 
  • 1 bustina di lievito
  • 1 limone piccolo non trattato scorza e succo
  • la punta di un cucchiaino di essenza di vaniglia
  • zucchero a velo

Imburrate ed infarinate uno stampo da ciambella cm 23 x 12.
Preriscaldate il forno a 180°.
Con le fruste elettriche montate bene le uova con lo zucchero, aggiungete poi l'olio di semi di mais e sempre mescolando lo yogurt con la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia.
Grattugiate la buccia di un piccolo limone non trattato e spremetene il succo, aggiungete al composto di uova e mescolate.
A questo punto non vi resta che aggiungere la farina e la fecola di patate setacciate ed il lievito anch'esso accuratamente setacciato.
Amalgamate il tutto velocemente.
Versate il composto nello stampo infarinato ed imburrato, livellate ed infornate.
Cuocete per 30 minuti a 180°, fate sempre la prova stecchino.
A cottura terminata, sformate, fate raffreddare e cospargete il dolce con abbondante zucchero a velo.


A presto!



martedì 19 marzo 2019

Zeppole di San Giuseppe


19 Marzo,
Auguri a tutti i papà!


INGREDIENTI :
  • 125 g di farina
  • 125 g di acqua
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 90 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia
Per la crema pasticcera.
  • 400 ml di latte
  • 70 g di farina
  • 3 uova
  • 130 g di zucchero
  • 1 limone non trattato
  • 1 stecca di vaniglia
Per completare.
  • amarene sciroppate
  • zucchero a velo
In una casseruola portate a ebollizione l'acqua con il burro tagliato a pezzetti, il cucchiaino di zucchero e l'estratto di vaniglia.
Versate ora la farina a cui avrete aggiunto un pizzico di sale.
Mescolate velocemente l'impasto con un cucchiaio a fuoco vivace. E' importante che la pasta asciughi bene, in modo che sia pronta ad assorbire tutte le uova senza diventare troppo molle.
Fate raffreddare la pasta cotta, mettetela in una terrina e aggiungete un uovo per volta, lavorandola con la frusta.
Alla fine della lavorazione la pasta deve risultare soda e compatta, come una crema pasticcera solida.
Su un foglio di carta forno posato su una teglia, create le vostre zeppoline con l'aiuto di una sac à poche. Io faccio un giro e mezzo sovrapposto lasciando un piccolo foro in centro.
Mettetele in forno per circa 35 minuti (forno preriscaldato e statico), eventualmente cuocetele altri 5 minuti, devono risultare gonfie e di un bel colore dorato.

Preparate la crema pasticcera.

Mettete a bollire il latte con la scorza di limone e la stecca di vaniglia incisa.
Nel frattempo montate a crema i tuorli con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata e mescolate con la frusta in modo che non si formino grumi.
Versate il latte caldo filtrato.
Amalgamate bene il composto muovendo la frusta dal basso verso l'alto per renderla spumosa.
Ponete la crema sul fuoco e cuocetela a fiamma bassa per circa 10 minuti mescolando continuamente.
Raffreddatela a bagnomaria in acqua fredda girandola con la frusta affinché non si formi la pellicola in superficie.

Con la sac à poche riempite le zeppole, spolveratele con lo zucchero a velo e guarnitele con le amarene sciroppate.



A presto!