lunedì 13 gennaio 2020

Crema di ceci


Buongiorno e buona settimana :)
Oggi vi lascio la ricetta per preparare
una crema di ceci leggera e raffinata 
in grado soddisfare anche i palati più esigenti
con i suoi piacevoli ed insoliti contrasti di gusto.
Avete mai assaggiato 
Una delizia che ben si presta ad impreziosire 
anche pietanze salate.
Vi spiego come ho fatto...

INGREDIENTI:
  • 100 g di farina di ceci
  • 1 l di brodo vegetale
  • 80 g di ceci lessati
  • 100 g di broccoli cotti a vapore
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • 12 mandorle
  • 1 cucchiaio di formaggio grana
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 pomodorino
  • 8 gamberi 
  • sale e pepe
  • buccia di 1/2 mandarino bio
  • 1 cucchiaio di Fiordifrutta  Mandarino e Curcuma Rigoni di Asiago
Preparate il pesto frullando un mazzetto di prezzemolo con l'aglio, il grana, le mandorle che avrete precedentemente tostato, 70 g di broccoli cotti a vapore fatti raffreddare e l'olio extravergine di oliva. Salatelo e pepatelo a piacere.
Condite i ceci lessati con poco olio, sale e pepe, fate lo stesso con un piccolo pomodorino ridotto in piccoli pezzi. Mettete da parte.
Infilzate su stecchi di legno i gamberi due a due, cuoceteli a vapore per qualche minuto, conditeli poi con il pesto.
In una pentola, versate il brodo vegetale con la farina di ceci, amalgamate bene con la frusta e fate cuocere per una quindicina di minuti.
Preparate quattro ciotole, aiutandovi con un piccolo pennello da cucina, sporcate il fondo con poca Fiordifrutta Mandarino e Curcuma Rigoni di Asiago.
A fine cottura impiattate la vellutata. Adagiate i gamberi, aggiungete il pesto, le restanti cimette di broccolo e i ceci lessati e conditi. 
Decorate con i pezzettini di pomodoro e una piccola grattugiata di buccia di mandarino.
Servite. 


A presto!

sabato 21 dicembre 2019

Agnolotti a modo mio


Se quel pezzettino di arrosto il giorno dopo non lo vuole più nessuno 
e voi avete voglia di mettere le mani in pasta 
e di preparare un piattino buono buono da leccarsi i baffi, 
allora ho l'idea giusta per voi!
Che poi questa ricetta è perfetta anche per le feste! 


INGREDIENTI PER LA PASTA:
  • 400 g di farina
  • 4 uova
INGREDIENTI PER IL RIPIENO:
  • 300 g di arrosto di vitello (già pronto)
  • 2 fettine di prosciutto cotto
  • 50 g di parmigiano
  • 200 g di spinaci lessati e strizzati
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO:
  • 40 g di burro
  • salvia fresca
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • noce moscata

Mettete la farina a fontana su una spianatoia, rompete le uova nel centro e impastate fino a ottenere un impasto omogeneo.
In una padella, versate un cucchiaio di olio extravergine di oliva e aggiungete l'arrosto di vitello precedentemente cotto e ridotto a piccoli pezzi. Scaldatelo per pochi minuti.
Trasferite l'arrosto in una terrina di vetro, aggiungete gli spinaci (lessati in poca acqua bollente salata) ben strizzati.
Aggiustate di sale e pepe se necessita, poi aggiungete le fettine di prosciutto, il parmigiano e il tuorlo d'uovo.
Con il mixer, tritate gli ingredienti, raggiungendo la consistenza desiderata.
Mettete il composto all'interno di una sac a poche
Stendete la pasta, senza farla asciugare, altrimenti non riuscirete più a chiuderla.
A questo punto, su metà della pasta disponete il ripieno a palline (se utilizzate la sac a poche sarete facilitati), con l'altra metà coprite le palline, schiacciate con le dita tutto attorno per far aderire la pasta e con l'apposito attrezzo tagliate gli agnolotti.
Mettete il burro in padella, scioglietelo con alcune foglie di salvia.
Nel frattempo stendete il parmigiano su una teglia da forno antiaderente, appiattitelo con una forchetta e fatelo cuocere al forno con funzione grill per pochi minuti.
Non appena sarà ambrato, estraetelo dal forno, lasciatelo raffreddare e spezzettate la cialda in piccoli pezzi.
In una pentola portate a bollore abbondante acqua salata, cuocete gli agnolotti, scolateli e passateli in  padella con il burro. Saltateteli velocemente.
Servite gli agnolotti ben caldi con le cialdine di parmigiano e una grattugiata di noce moscata.


A presto!

lunedì 16 dicembre 2019

Crackers integrali ai semi


Sani e gustosi spezza fame, 
tutti da sgranocchiare senza troppi sensi di colpa!
Preparati con tanti semini misti, farina integrale, 
un tocco di Mielbio di castagno Rigoni di Asiago  
e  fiocchi di fleur de sel!
Buona settimana!!

INGREDIENTI:
  • 200 g di farina integrale
  • 50 g di farina di farro
  • 100 ml di acqua
  • 80 ml di olio di semi di mais
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di Mielbio di castagno Rigoni di Asiago
  • 90 g di semi misti
  • 1 albume
  • fleur de sel
  • semi di zucca
In una terrina, mescolate le due farine, i semi misti e un generoso pizzico di sale.
Aggiungete l'olio, l'acqua e un cucchiaio di Mielbio di casagno Rigoni di Asiago.
Mescolate gli ingredienti, poi spostate l'impasto sulla spianatoia e impastate per qualche minuto.
Formate un panetto, fatelo riposare in frigo per un'ora.
Riprendete il panetto, stendetelo sottile su una spianatoia leggermente infarinata.
Incidete la sfoglia ottenuta con uno stampino per creare i vostri crackers.
Spostateli su una teglia da forno rivestita con carta forno.
Pennellate la superficie con albume d'uovo, decorate con qualche semino di zucca e qualche granello di fleur de sel. 
Infornate a 180° per circa 18 minuti (forno preriscaldato). 


A presto!

giovedì 12 dicembre 2019

Panettone a lievitazione naturale glassato alle mandorle


La ricetta è di Paoletta... quella infallibile che uso da anni, 
il metodo di impasto mi è stato insegnato ai corsi da Paoletta e Adriano,
il lievito madre, che curo con tanto amore è un preziosissimo loro dono!
Vi riporto la ricetta tratta dal blog "Anice e Cannella", 
io ho usato solo lievito madre.
Ho rinfrescato il lievito madre per tre volte consecutive con la farina utilizzata per l'impasto.
Ho preparato il primo impasto la sera , 
fatto lievitare per 8-12 ore (deve triplicare), 
per poi procedere come indicato in ricetta.

Consiglio di leggere attentamente il post dettagliato e precisissimo di Paoletta, dove trovate dosi e consigli preziosi. Mi raccomando, non tralasciate la lettura dei commenti e le risposte!!! Tutto è d'aiuto.
Armatevi di pazienza, impastatrice, ingredienti di ottima qualità e soprattutto  DELLE FARINE GIUSTE!!!!!!!


INGREDIENTI 1° IMPASTO (mattino)
  • 155 g di lievito madre maturo rinfrescato con la stessa farina prevista dalla ricetta (io rinfrescato per tre volte consecutive con la stessa farina dell'impasto)
  • 350 g di Farina W 400 
  • 90 g di zucchero semolato
  • 90 g di burro (se possibile bavarese)
  • 190 g di acqua
  • 7,5 g di lievito di birra fresco (omesso)
INGREDIENTI BURRO AROMATIZZATO:
  • 28 g di burro
  • zeste grattugiate di 1 arancia
  • zeste grattugiate di 1/2 limone
  • 110 g di arancia candita
  • 35 g di cedro candito
  • 145 g di uvetta
INGREDIENTI GLASSA:
  • 95 g di farina di mandorle
  • 165 g di zucchero
  • 90 g di albumi
  • 20 g di amido di riso o fecola di patate

Preparazione.
Montiamo la foglia, spezzettiamo il lievito madre nell'acqua dove avremo sciolto un cucchiaio dello zucchero previsto, avviamo la macchina per qualche minuto a velocità bassa.
Uniamo tanta farina quanta ne occorre per ottenere una consistenza cremosa, aggiungiamo il lievito di birra sbriciolato (omesso), poi uniamo ancora tanta farina quanta ne serve per legare l'impasto, che comunque dovrà rimanere morbido.
Aumentiamo la velocità e dopo averlo ribaltato attendiamo che si aggrappi alla foglia, a questo punto, uniamo in sequenza un tuorlo, una spolverata di zucchero e una spolverata di farina. Cerchiamo di esaurire i tre ingredienti contemporaneamente.
Facciamo riprendere corda all'impasto prima del successivo inserimento.
Ribaltiamo l'impasto ogni due tuorli.
Aggiungiamo il burro non troppo morbido in due, tre volte a piccoli pezzi. Ribaltiamo l'impasto ogni volta.
A incordatura completa, montiamo il gancio e impastiamo brevemente, ribaltando una volta fino a che la massa non si presenterà liscia.
Copriamo la ciotola con la pellicola e facciamo lievitare per circa 3 ore a 26°. Deve triplicare.

Nel frattempo:
Mettiamo in ammollo l'uvetta in acqua calda con 4-5 cucchiai di marsala.
Prepariamo il burro aromatizzato con:
28 g di burro, zeste grattugiate di un'arancia, zeste grattugiate di mezzo limone.
Facciamo sciogliere il burro a fiamma bassa, aggiungiamo le zeste, ai primi sfrigolii spegnamo e aggiungiamo canditi e uvetta strizzata, facciamo riprendere un leggero tepore, copriamo con pellicola.

Prepariamo la glassa.

Mescoliamo, farina di mandorle, zucchero, albumi e l'amido di riso o fecola di patate con una frusta, copriamo con pellicola e poniamo in frigo.

INGREDIENTI 2° IMPASTO:
  • impasto precedente
  • 93 g di Farina W 400
  • 70 g di burro
  • 90 g di zucchero semolato
  • 83 g di tuorli (circa 5)
  • 26 g di acqua
  • 5,2 g di sale
  • 26 g di miele di acacia non pastorizzato
Preparazione:
Montiamo il gancio e serriamo l’incordatura del primo impasto con qualche giro di macchina; uniamo l’acqua, un cucchiaio abbondante di zucchero e facciamo andare a velocità 1,5 per qualche istante. 
Uniamo farina quanta ne basta a formare l'impasto e riportiamo in corda.
Ribaltiamo la massa.
Inseriamo i tuorli uno alla volta, seguiti da una parte di zucchero ed una di farina, curando che l’impasto riprenda elasticità prima del successivo inserimento, ribaltando ogni volta,
i tre ingredienti dovranno esaurirsi contemporaneamente. Con l’ultimo tuorlo aggiungiamo anche il sale.
Inseriamo il miele, poco alla volta, ribaltando l'impasto alla fine.
Uniamo il burro morbido, in tre volte, facendo attenzione a non perdere l’incordatura acquisita e ribaltando, ad ogni inserimento, l’impasto nella ciotola.
In ultimo uniamo la vaniglia a filo, lasciamo assorbire e controlliamo il “velo”.
Importante: durante tutta la lavorazione usiamo il gancio iniziando a bassa velocità,  passando
gradatamente, in una decina di secondi, alla velocità di impastamento.
Scaldiamo leggermente il composto di canditi e uvetta ed aggiungiamo all'impasto a bassa velocità facendo girare la macchina giusto il tempo di distribuirli uniformemente, e ribaltando una, due volte o anche tre volte, fino a quando il tutto sarà distribuito in modo uniforme
Lasciamo riposare 30’ coperto da pellicola, poi spezziamo ed arrotondiamo con piano e mani imburrati.
Copriamo a campana e lasciamo riposare ancora 30’.
Poniamo negli stampi.
Copriamo con pellicola e trasferiamo a 26° fino a che l’impasto non sarà arrivato a due dita dal bordo, un dito per panettoni da mezzo chilo.
Negli ultimi 15’ scopriamo.
Nel frattempo, montiamo con una frusta la glassa e distribuiamola sui panettoni aiutandoci con una tasca da pasticceria.
Decoriamo con qualche mandorla spellata e spolveriamo abbondantemente con dello zucchero a velo.
Inforniamo tra 165° e 175 a seconda della pezzatura e portiamo a cottura (temperatura al cuore 93°- 94°).
A cottura ultimata trapassiamo immediatamente gli stampi alla base con "spiedini" in acciaio e lasciamo raffreddare capovolti per tutta la notte. 


A presto!

martedì 10 dicembre 2019

Arrosto di tacchinella con salsa speziata al brandy


Quest'anno il giorno di Natale porterò in tavola un secondo piatto diverso, dal gusto intenso,
che sicuramente abbraccerà  il gusto di tutta la famiglia.
Un rotolo di tacchinella ripieno di salsiccia e servito con una deliziosa salsa speziata al brandy.
Vi lascio la ricetta sperando possa esservi di ispirazione :)
Buona giornata!

INGREDIENTI:
  • 1 kg di fesa di tacchinella aperta a libro
  • 250 g di salsiccia fresca
  • 100 g di provolone dolce
  • 50 g di prosciutto cotto
  • 1 bicchierino di brandy
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 40 g di burro
  • 1/2 cucchiaino di farina
  • 2 spicchi d'aglio
  • salvia
  • alloro
  • noce moscata
  • chiodi di garofano
  • anice stellato 
  • cannella
  • sale e pepe
  • 1/2 melagrana

Stendete la fesa di tacchinella aperta a libro sul tagliere, copritela con le fette di prosciutto cotto allineandole una accanto all'altra.
Mescolate la salsiccia fresca che avrete sgranato con l'aiuto di una forchetta con il provolone dolce ridotto a piccolissimi pezzettini e una grattugiata di noce moscata.
Stendete il ripieno su un lato della tacchinella.
Avvolgete la carne, partendo dal lato del ripieno, stringendo il rotolo con cura per non fare uscire la farcitura in cottura.
Legate bene il rotolo con spago da cucina.
Salate e pepate il rotolo massaggiando accuratamente tutta la superficie.
Fate scaldare l'olio in un tegame con l'aglio e le foglie di salvia, adagiate la carne e fatela rosolare in modo che la superficie diventi ben colorita, poi sfumate con il brandy.
Trasferite la carne in una teglia da forno con tutto il liquido di cottura.
Aggiungete al fondo le spezie racchiuse in una garza e passate l'arrosto in forno a 200° per circa 35 minuti.
Al termine della cottura, spegnete il forno e aggiungete i chicchi di 1/2 melagrana, lasciate per 5 minuti l'arrosto in forno.
Intanto trasferite il fondo di cottura in un pentolino, unitevi il burro con 1/2 cucchiaino di farina e riscaldate a fuoco dolce mescolando continuamente in modo da ottenere una salsa densa e liscia.
Affettate l'arrosto e servitelo con la salsa preparata.
Liberate le spezie dalla garza e guarnite l'arrosto aggiungendo anche i chicchi di melagrana.


A presto!