martedì 4 dicembre 2018

Il Pandorlato di Paoletta


Avete voglia di preparare un dolce natalizio ma non avete il tempo necessario per seguire
le lunghe e non facilissime fasi preparatorie per realizzare panettoni e pandori?
In questo caso vi consiglio il Pandorlato di Paoletta!
Delicato, leggero, profumato e soprattutto facile da realizzare.
La ricetta è di Paoletta, invito tutti a visitare il suo bellissimo blog " Anice e Cannella",
per me fonte inesauribile di ispirazione!


INGREDIENTI:
  • 280gr farina W 350 (rieper gialla, in alternativa manitoba del supermercato)
  • 80gr latte intero
  • 90gr zucchero
  • 110gr burro
  • 180gr uova intere (3 uova)
  • 8gr lievito di birra fresco
  • 5gr sale
  • zeste grattugiata di 1 arancia
  • 2 cucchiai di Cointreau
  • 1 cucchiaino miele d’acacia
  • 1 manciata di mandorle con la pelle
Al mattino verso le 8:
Io ho iniziato al mattino e infornato la sera, ma è possibile il contrario.
  • Mescoliamo il latte intiepidito con il lievito, il miele e 70gr di farina, copriamo.
  • Dopo una mezz’ora (deve gonfiare) uniamo gli albumi, il resto della farina e mescoliamo, con la foglia, a vel. 1 (ken). Uniamo il sale, il liquore e portiamo lentamente a vel. 2, incordiamo (ci vorranno 5 – 10 minuti)
  • Riduciamo a vel. 1,5 ed uniamo un tuorlo, alla ripresa dell’incordatura aggiungiamo un altro tuorlo e metà dello zucchero, riprendiamo l’incordatura ed uniamo l’ultimo tuorlo con tutto lo zucchero, incordiamo.
  • Serriamo l’incordatura ed uniamo, un cucchiaino alla volta, 40gr di burro fuso freddo, portiamo a 1,5, incordiamo ed aggiungiamo il burro rimanente morbido a pezzetti, insieme alla buccia di arancia, incordiamo.
  • Dovrà presentarsi lucido e ben legato.
  • note: io ho faticato un po' ad incordare, alla fine, dopo il burro morbido, ho aggiunto 15 gr di farina (ho usato la rieper gialla, credo sia ottima anche la Lo Conte)
  • Poniamo in un recipiente da frigo, sigilliamo e, dopo 40/50 minuti (assicurarsi che parta la lievitazione), poniamo in frigo in una zona sui 6 – 7° per circa 6/8 ore.


  • Tiriamo fuori dal frigo e, dopo 30' minuti, rovesciamo sul tavolo infarinato e diamo le pieghe del tipo 2, dovremo ottenere una massa compatta
  • Con la chiusura sotto arrotondiamo e trasferiamo in uno stampo da panettone da 750. Copriamo con pellicola e poniamo in forno spento, lampadina accesa fino a che non arriva ad un dito e mezzo sotto il bordo dello stampo.
  • Pennelliamo delicatamente con albume leggermente battuto e spolveriamo prima con zucchero a granella, poi decoriamo delicatamente con le mandorle a piacere, infine spolveriamo con zucchero a velo.
  • Quando quest'ultimo sarà assorbito spolveriamo ancora con zucchero a velo, e inforniamo a 180° per circa 30 minuti, su placca del forno, posizionata su grata bassa, perchè cresce molto.
  • Controlliamo di frequente che lo zucchero non bruci, casomai copriamo con carta stagnola. Sforniamo e poniamo su una gratella fino al raffreddamento. 
(Io ho fatto riposare il pandorlato come si fa con i panettoni, ovvero infilzando la base con due lunghi spiedini e facendo riposare il dolce capovolto fino al mattino)


A presto!

17 commenti:

  1. Mamma mia, cara Lory, vedendo le foto mi è venuta subito l'acquerella un bocca!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Proprio da provare, Lory, una bellissima ricetta!

    RispondiElimina
  3. Cara Lory, il tuo blog è in ordine!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Ti è venuto uno spettacolo mia cara!

    RispondiElimina
  5. Ma che meraviglia Lory, complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia Lory, sei bravissima , complimenti cara . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  7. Favoloso viene voglia di mangiarlo da qui... buona serata cara un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. È uno spettacolo complimenti!!

    RispondiElimina
  9. Lory è meraviglioso!!! Quasi quasi mi ci cimento anch'io: quest'anno non ho il tempo di dedicarmi al panettone o al pandoro classici :-(.
    A presto!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. ha un aspetto divino, brava!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  11. lo conosco bene il pandorlato di Paoletta e ti è venuto uno splendore. mi fai venire voglia di rimettere le mani in pasta ma chissà se ne sarei ancora capace. un bacione e complimenti tesoro :*

    RispondiElimina
  12. Applausi Lory, assolutamente perfetto!!!!!

    RispondiElimina
  13. non mi ci sono mai messa proprio per paura e problemi di tempo. prima o poi proverò anche questa versione di Paoletta. ha una texture magnifica

    RispondiElimina
  14. Ha un aspetto meraviglioso e racchiude in sè il meglio di entrambi i dolci tipici delle feste..mi sa che cederò anch'io :-P

    RispondiElimina
  15. Paoletta è una garanzia e questo tuo pandorlato è delizioso! Mi segno subito la ricetta. Un bacio

    RispondiElimina
  16. E' stupendo, una meraviglia! il primo pensiero è stato quello di volerlo preparare per Natale...ma non credo di esserne all'altezza...dovrò provarlo prima. Complimenti di cuore!

    RispondiElimina