fatemi felice... Commentate...

lunedì 26 marzo 2012

Panini Ripieni di Stracchino e Pomodoro

 

Faccio fatica a star dietro a tutto!! Tantissime cose da fare.. difficile la gestione!!
In questo periodo posterò una volta a settimana, ma passerò da voi per godermi le vostre prelibatezze!
Comunque.. ^__^  oggi vi propongo la ricetta di questi panini con sorpresa.
Non sono muffins salati, non fatevi fuorviare dalla forma e dal contenitore in cui sono stati cotti.
Trovo sia un'idea simpatica e gustosa per le gite fuoriporta di questo periodo!!
A noi sono piaciuti tanto tanto.
Potete farcirli a vostro gusto. I miei avevano stracchino, pomodoro e una.. e dico una.. rondella di cipolla fresca, se riuscite non omettetela!!!  Perché regala quel gusto "in più"!! ..Senza infastidire!!
Un bacio a tutti!!!!

INGREDIENTI:
  • 250 g di Farina "00" Molino Rossetto
  • 250 g di Farina Manitoba Molino Rossetto
  • 1 bustina di lievito di birra secco attivo
  • 2 cucchiai rasi di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo
  • 2 cucchiaini di sale
  • acqua tiepida q.b. (orientativamente 300ml)
  • 10 pomodorini
  • 250 g di stracchino
  • 1 cipollotto fresco a rondelle
  • origano e pangrattato per lo spolvero in superficie
  • olio extravergine di oliva
Nel recipiente dell'impastatrice, inserite le farine, la bustina di lievito, i cucchiai di olio, il cucchiaino di malto, il sale e l'acqua tiepida q.b. poco alla volta.
Impastate una decina di minuti a bassa velocità, fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Io di solito, tolgo la massa dall'impastatrice e impasto ancora qualche minuto a mano.
Adagiate l'impasto in una terrina capiente e fate lievitare fino al raddoppio.
Nel frattempo, lavate e tagliate i pomodorini a metà, vuotateli dai semi, salateli. In questo modo perderanno l'acqua.
Trascorso il tempo, stendete l'impasto su una spianatoia, fino a formare un grosso rettangolo.
Tagliate la sfoglia in tanti quadrati di circa 10 x 10 cm. 
Al centro ponete un cucchiaino colmo di stracchino, mezzo pomodorino e una rondella di cipolla. Unite i quattro lati e con la mano date una forma sferica. Cercate di sigillare bene il fondo, altrimenti in cottura il formaggio fuoriesce. (Io ho cotto i panini usando stampini di alluminio, per ovviare a questo inconveniente).
Inserite l'impasto negli stampini, ungete con abbondante olio extravergine di oliva e spolverizzate con origano e pane grattugiato.
Fate lievitare per un'altra ora.
Preriscaldate il forno a 220° C. Inserite la teglia con i panini e fate cuocere per 25 minuti circa.
Ottimi caldi, ma gradevolissimi anche freddi.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 22 marzo 2012

Bignè con Crema al Cioccolato


..puntando il ditino su una "golosissima" foto, mi guarda e dice: "Me li prepari per stasera??????"
Come dire di no?!?!
..pur sapendo che.. 2 commissioni improrogabili sono li che attendono e divoreranno l'intera mattinata!!
Un giro d'obbligo in posta per una raccomandata.. tempo incalcolabile!!! ..e per finire.. decoratore in casa.
Ahhhh!!!!! Dimenticavo la mia pressione bassa che accompagna fedelmente a braccetto la primavera e che in alcuni momenti della giornata mi da veramente del filo da torcere.
Detto questo, in più riprese sono comunque riuscita a preparare i bignè.
Non perfetti, uno diverso dall'altro per la troppa fretta, ma decisamente buoni!!!

INGREDIENTI PER I BIGNE':
INGREDIENTI PER LA FARCITURA:
  • 1/2 litro di latte intero
  • 120 g di zucchero
  • 50 g di Farina "00" Molino Rossetto
  • 1 baccello di vaniglia
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 4 tuorli
  • sale
  • codette per decorare
Per i bignè, portate a ebollizione l'acqua, il burro e un pizzico di sale.
Gettate la farina in un solo colpo e sbattete vigorosamente con la frusta. Continuate a cuocere, mescolando con un  cucchiaio di legno, fino a quando la polentina si staccherà dalle pareti del tegame. 
Rovesciate su una terrina. Appena si sarà raffreddata unite le uova una alla volta sempre girando con il cucchiaio, avendo cura di proseguire soltanto quando l'uovo precedente è stato ben incorporato. (è necessario che le uova siano a temperatura ambiente)
Ponete l'impasto in una sacca da pasticceria con bocchetta liscia e formate tanti ciuffetti grandi come una noce (i miei per il poco tempo erano più grossi ;)) su una placca foderata con carta forno e ben distanziati tra loro.
Infornate per 20 minuti a 200° (Forno preriscaldato). Lasciate raffreddare.
Preparate la crema.  In una pentola, versate il latte e mettete il baccello di vaniglia aperto. Lasciate in infusione almeno un'ora.
A bagnomaria, fondete il cioccolato.
Montate i tuorli con lo zucchero e un pizzico di sale, unite poi la farina e il cioccolato fuso. Mescolate con cura.
Portate a ebollizione il latte, eliminate il baccello di vaniglia e versate delicatamente sempre mescolando sul composto al cioccolato. Riportate sul fuoco sempre mescolando con la frusta e fate addensare.
Lasciate raffreddare completamente.
Farcite i bignè e serviteli freddi. 


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 19 marzo 2012

Torta Streusel di Mele


A un passo dalla primavera.
I primi bellissimi narcisi gialli in giardino, lo ricordano.
Eppure il fresco venticello di sabato e di domenica  poco facevano pensare alla tanto bramata bella stagione.
Complice.. una valanga di compiti della mia bambina che ci ha costretto a casa e.. il marito in ufficio, a me è venuta una gran voglia di preparare un dolce piuttosto invernale. La torta streusel di mele.
Buona!! Una soffice e semplice base su cui si adagia uno strato corposo di mele, il tutto ricoperto da golose briciole zuccherose e burrose.
Tra i miei dolci preferiti..

Sempre con me: 
Farina con Lievito Molino Rossetto
Tortiera Cannellata Guardini

INGREDIENTI:
INGREDIENTI COPERTURA STREUSEL:
Imburrate e infarinate una tortiera di 23 cm di diametro.
Per la copertura streusel, in una terrina lavorate con le dita la farina setacciata con il burro e lo zucchero fino a formare un composto granuloso. Mettete da parte.
Sbucciate, private dei semi e affettate le mele. 
Per la torta, setacciate la farina in una terrina con il sale. In un'altra sbattete il burro con lo zucchero finchè non risulteranno spumosi. Incorporatevi poco alla volta le uova precedentemente sbattute e unite la farina poco per volta. Aggiungete il cucchiaio di succo di limone.
Versate il composto nello stampo e livellate la superficie. Coprite con le mele affettate e cospargete con le briciole di streusel.
Fate cuocere nel forno preriscaldato a 180° per 1 ora, finchè la torta non risulterà dorata.
Lasciate raffreddare nello stampo prima di sformare. 


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 15 marzo 2012

Polpette di Ceci e Tarassaco


Una polpetta tira l'altra, sono come le ciliegie, di solito si dice così!!
Questa ricetta è una variante però!! .. piacerà a pochi, lo so!!
Trovata per caso in un vecchio numero di Cucina Naturale. Mensile che io adoro.
Tarassaco, borragine, rucola e ortica ne vado matta. Erbe spontanee primaverili che danno vita a piatti semplici, sani e gustosi.
Sono una gran golosa, ma mai potrei vivere senza verdura, ne mangio in quantità. Adoro il dolce, ma ho un debole anche per l'amaro, non disdegno un buon caffè senza zucchero e non vedo l'ora che arrivi la bella stagione per poter gustare un bel piattino di tarassaco condito con un filo d'olio e una presa di sale.
Insomma, dolce.. amaro.. che confusione, lo capisco.. sono strana!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Leivinvita

INGREDIENTI:
  • 350 g di ceci ammollati per circa 24 ore
  • 300 g di tarassaco
  • 100 g di pangrattato
  • 1 uovo
  • 40 g di parmigiano
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 peperoncino
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Versate i ceci ammollati in una pentola con uno spicchio d'aglio e  acqua fredda sufficiente a coprirli di 2 dita.
Portate a bollore, salateli e lasciateli cuocere facendoli sobbollire fino a quando risultino tenerissimi. (dimezzate i tempi di cottura usando la pentola a pressione, circa 1ora e 1/2, io faccio così)
Lessate il tarassaco in acqua salata, scolatelo, strizzatelo e fatelo insaporire in padella con un filo d'olio, l'altro spicchio d'aglio e il peperoncino sminuzzato.
Scolate i ceci, passateli al mixer.
Tritate grossolanamente anche il tarassaco.
Mischiate ceci e tarassaco e aggiungete il formaggio grattugiato, l'uovo, abbondante pepe e 2 cucchiai di pangrattato.
Amalgamate con le mani, aggiungendo pangrattato se il composto dovesse risultare morbido.
Formate le polpette, passatele nel pangrattato e ponetele su una pirofila leggermente unta. Versate un filino d'olio su tutte le polpette.
Infornate per 20 minuti a 180°. Forno caldo.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 12 marzo 2012

Babà


Premetto che.. quel giorno mio marito ha dichiarato di non conoscermi!!
Aeroporto di Capodichino, destinazione casa/Torino.
Credo che controllando il contenuto del mio bagaglio a mano, il personale in servizio al varco di sicurezza, quel venerdì si sia fatto una grassa risata.
Conteneva, stampo tondo con foro centrale da babà, formine di varie misure sempre per babà, peperoncini, friselle, scorzette candite e tanto tanto tanto altro. In valigia invece ho imbarcato, 3 chili di profumatissimi limoni acquistati in Costiera, uno splendido limoncino, un barattolo di babà al rhum, tanti dolci locali e naturalmente, altro anche lì!!! ..e non scherzo.
Volevo portare a casa anche la mozzarella!!! .. non me l'hanno lasciato fare!!! Di malavoglia, ho ubbidito.
Ma un caciocavallo campano è arrivato al nord ^__^!!!
Un viaggio che porterò sempre nel cuore, per l'ospitalità unica che abbiamo ricevuto, per la bellezza del paesaggio, per la gente che ho incontrato.. insomma per tutto!!! In Campania tornerò!!!!!
Qualche giorno fa ho festeggiato il mio compleanno.. con i Babà!!
Che buoniiiiii!!!!

INGREDIENTI:

Per la pasta:
per lo sciroppo al rhum
  • 30 cl di acqua 
  • 160 g di zucchero
  • 1 e 1/2 dl di rhum
  • gelatina di albicocche per lucidare i babà
per ungere:
  • 50 g di burro
  • farina q.b.
tempo di lievitazione 2 ore
tempo cottura 15 min a 180°

Ho preso la ricetta qui. E' perfetta così, ho modificato nulla. Unica cosa, ho lucidato i babà con della gelatina di albicocche. Fate solo attenzione alla dimensione delle uova, se sono molto grandi, c'è bisogno di un pochino di farina in più e mi raccomando tutti gli ingredienti a temperatura ambiente.
Con un terzo della farina fare un panetto: sciogliere il lievito di birra in 2-3 cucchiai di acqua tiepida e amalgamarlo alla poca farina. Lavorare la pasta col polso, renderla liscia quindi metterla su un piatto infarinato a lievitare per una trentina di minuti. Quando si gonfia porla in una ciotola concava, versarvi le uova, il burro tenuto per qualche ora a temperatura ambiente e amalgamare con le dita. Aggiungere la restante farina, lo zucchero e il sale. Ottenuto un impasto morbido, sbatterlo più volte nel modo seguente: prenderlo tra le dita, sollevarlo e sbatterlo nella stessa ciotola fino a quando presenta delle bolle. A questo punto lasciarlo nello stesso recipiente per circa 40 minuti a lievitare. Quando è cresciuto, metterlo nelle formette del diametro di 6 centimetri e dell'altezza di 5-6 centimetri unte di burro e infarinate. Riempire le forme fino ad una loro metà. Far lievitare di nuovo quindi informare in forno già riscaldato a 180'. Contare il tempo di cottura da quando il dolce entra in forno.
Sformare i Babà e lasciarli raffreddare.
Preparare lo sciroppo facendo bollire per un paio di minuti l'acqua con lo zucchero. Porre un Babà per volta su un piatto fondo e versarvi lo sciroppo caldo su tutti i lati. Spennellate i dolci con la gelatina di albicocche leggermente scaldata per renderla più liquida. Al momento di servire bagnare i Babà con il rhum.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 8 marzo 2012

Alici ripiene al forno


Il pesce azzurro è versatile, economico, nutriente e soprattutto salutare.
Entra settimanalmente nei miei menù, in quanto amato.. anche dalla piccola.
Si cucina facilmente, non richiede abilità e diffonde un delizioso profumo di mare.
Se poi vogliamo fare i pigroni, le pescherie offrono "un accurato servizio di pulizia",
ma io consiglio l'acquisto del pesce integro, non si spende molto tempo a pulire questo pesce.
Buona giornata a tutti!!!!!!


INGREDIENTI:
  • 600 g di alici freschissime
  • 200 g di spinaci lessi
  • 1 uovo
  • 30 g di grana grattugiato
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 40 g di pane raffermo
  • latte q.b.
  • i spicchio d'aglio
  • sale
  • 4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • pane grattugiato
Prendete le alici, privatele della testa, della lisca centrale senza eliminare la coda e apritele a libro.
Lavatele e asciugatele adagiandole su carta da cucina.
Lavate gli spinaci, lessateli e strizzateli benissimo. Tritateli, ma non frullateli.
Mettete in una ciotola gli spinaci, aggiungete l'uovo, la mollica di pane imbevuta nel latte e strizzata, il grana, l'aglio sminuzzato, il prezzemolo sminuzzato, una presa di sale e un cucchiaio di olio.
Mescolate il composto.
Ungete una pirofila con il restante olio.
Adagiate le alici dalla parte del dorso in una pirofila, distribuitevi sopra il composto. Disponetevi sopra un secondo strato di alici con il dorso verso l'alto, cospargete con poco pane grattugiato.
Infornate per 12-15 minuti a 200°C (forno caldo).

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

martedì 6 marzo 2012

Sfoglie di Pane


Inutile dire quanto croccanti e sfiziose siano queste sfoglie.
Adatte allo sgranocchio "compulsivo", quello che ahimè ogni tanto.. prende!!!
Una bella idea però anche per servire un'insalatina. Nel mio caso..
..insalata di puntarelle. Che io adoro e che qui trovo raramente!!!!
Non vi resta che provare!!!

INGREDIENTI PER LE SFOGLIE:
INGREDIENTI PER L'INSALATA:
  • puntarelle
  • 3 acciughe sotto sale
  • 1 spicchietto d'aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di aceto
  • pepe
Setacciate la farina in una terrina larga e mescolatevi il lievito di birra secco attivo.
Al centro, mettete il sale e cominciate ad amalgamare il tutto con una forchetta, versate poco alla volta l'acqua tiepida.
Lavorate l'impasto sulla spianatoia infarinata per almeno 10 minuti. Allargando l'impasto con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo, fino al completo assorbimento dell'acqua.
Rimettete l'impasto nella terrina infarinata, coprite con un canovaccio e fate lievitare fino al raddoppio.
Trascorso il tempo, dividete l'impasto in otto palline.
Con il mattarello stendete la pallina, continuando a infarinare entrambi i lati, fino a ottenere un disco sottile del diametro di circa 30 cm.
Cuocete a forno preriscaldato 230°C per 2-3 minuti per lato (valutate con il vostro forno).
Ripetete l'operazione con le restanti palline.
Per fare i cestini invece, adagiate il disco di pane crudo all'interno di tegamini da forno. Mettete in forno due minuti. Trascorso il tempo estraete il tegamino togliete la ciotolina di pane e ripassatela in forno ancora per qualche minuto.

Per l'insalata invece, lavate e tagliate accuratamente le puntarelle. Passatele immediatamente in una terrina contenente acqua e ghiaccio. In questo modo la verdura tenderà ad arricciarsi.
In un mortaio, pestate le acciughe, l'aglio e unite l'olio. Otterrete una cremina (a me piace un pochino più rustica, quindi la pesto grossolanamente).
Versate il composto ottenuto sulle puntarelle ben sgocciolate e completate con un cucchiaio di aceto e una macinata di pepe.
Servite immediatamente.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest