fatemi felice... Commentate...

lunedì 30 luglio 2012

Patate al forno con salsa di Yogurt ed Erba Cipollina


Vi suggerisco un modo sfizioso per preparare le patate. 
Saporitissime e con una crosticina croccante.
Il gusto deciso del limone, dalla paprika e dalla senape lega magnificamente con la naturale e piacevolissima dolcezza dello yogurt bianco. 
Una tira l'altra!!!!! 
Vi consiglio di provarle, magari per accompagnare una gustosa grigliata.
Felice lunedì!!!!!!!


INGREDIENTI PER LE PATATE:
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio di senape di Digione
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di paprika dolce o di più, secondo i vostri gusti
  • 40 ml di olio extravergine di oliva
  • 5 patate tagliate per il lungo in 6 parti
INGREDIENTI  PER LA SALSA:
  • 1 vasetto di yogurt bianco magro
  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 1 pizzico di sale
Mi sono ispirata ad una ricetta trovata sul ricettario del mio fido Kenwood.
Tagliate le patate per il lungo e poi dividetele in 6 spicchi.
Mettete una teglia nel forno e scaldate a 220°.
Spremete il limone e ricavatene il succo, mescolatelo con la senape, il sale e la paprika dolce. Mettete da parte.
Versate le patate in una ciotola e ungetele uniformemente con l'olio.
Togliete la teglia ben calda dal forno e versatevi le patate, passate in forno per 5 minuti.
Trascorso il tempo, estraete la teglia, versate il composto di limone, senape e paprika e mescolatele  delicatamente per non spaccarle.
Infornate per 30 minuti, mescolando a metà cottura.
Nel frattempo, sminuzzate l'erba cipollina e unitela allo yogurt bianco magro, aggiungete un pizzico di sale e mescolate.
Servite le patate accompagnate dalla salsa


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 26 luglio 2012

Cozze e Fagioli


Non storcete il naso, vi vedo!!! :)
Fa caldo, lo so, ma che ci posso fare se la stagione dei fagioli è l'estate!?!
Mio suocero ha terminato la raccolta proprio in questi giorni ed io, non ho perso tempo, anche perché questo piatto regala il meglio di sé proprio a luglio, con fagioli e pomodori freschi.
Vi auguro un felice fine settimana!!!!!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Max:


INGREDIENTI:
  • 1Kg di cozze
  • 250 g di fagioli freschi
  • 350 g di pomodori freschi a pezzetti
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 foglia di alloro
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • fettine di pane tostato
  • sale e pepe
Lessate i fagioli in acqua salata con l'alloro e uno spicchio d'aglio.
Spazzolate e lavate bene le cozze. Cuocetele in un tegame coperto a fuoco vivo, per qualche minuto.
Togliete i molluschi dai gusci e metteteli da parte. Tenetene da parte qualcuno per la decorazione. 
Filtrate il liquido rimasto nel tegame e conservatelo.
Scaldate l'olio con l'altro spicchio d'aglio in una pentola di coccio.
Unite i pomodori senza semi, tagliati a pezzettini e cuocete per qualche minuto.
Unite i fagioli scolati dall'acqua di cottura. Cuocete per 20 minuti. 
A questo punto, aggiungete il liquido di cottura delle cozze (filtrato) e parte dell'acqua di cottura dei fagioli, sale pepe e proseguite la cottura per altri 10 minuti.
Unite ora le cozze e il prezzemolo tritato, mescolate delicatamente e fate cuocere ancora qualche minuto.
Abbrustolite le fettine di pane e versate su ognuna un goccio d'olio.
Servite adagiando i fagioli e le cozze sul crostino.
Naturalmente in questa stagione servo questo piatto tiepido.
Dosi per 4 persone


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 23 luglio 2012

Pane al Pomodoro fresco e Basilico


Sapori mediterranei raccolti in una pagnotta, pomodoro, cipolla e basilico. Meraviglie di stagione.
Perfetto da servire tostato, magari con un velo di formaggio fresco o per preparare gustosissimi sandwich.
A voi la scelta!!
Se volete dare al vostro pane un tocco di colore in più, basta aggiungere 2 cucchiai di concentrato di pomodoro. Io non l'ho fatto, a me piace così!!!
Un bacio a tutti e felice settimana!!!

Sempre con me:
Farine Molino Rossetto
Tortiera PlumCake Linea KeraMia

INGREDIENTI:
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cipolla piccola tritata
  • 3 pomodori perini, privati della pelle e i semi e tagliati a pezzetti
  • 400 g di Farina per pane Molino Rossetto
  • 100g di farina di avena
  • 1/2 cucchiaino di pepe macinato fresco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 bustina di lievito secco attivo
  • 5/6 foglie di basilico fresco
  • 1 albume
  • 1 cucchiaio di acqua
  • fiocchi di avena
Scaldate l'olio extravergine di oliva in una padella.
Aggiungete la cipolla tritata e fate soffriggere a fuoco moderato per 3-4 minuti, finché la cipolla non assume un bel colore dorato.
Aggiungete i pomodori a pezzetti e cuocete per 2-3 minuti, finché non si sono leggermente ammorbiditi.
Filtrate il composto attraverso un colino messo sopra un bicchiere graduato, schiacciando delicatamente la mistura con il retro di un cucchiaio per fare uscire tutti i succhi.
Mettete da parte il pomodoro e la cipolla.
Diluite i succhi di cottura con acqua, fino a raggiungere 280 ml.
Mettete da parte.
Una volta che il liquido si è raffreddato, versatelo nel recipiente dell'impastatrice. Unite poi le farine, il pepe nero, il sale, lo zucchero e il lievito.
Impastate fino ad ottenere un panetto liscio.
Ungete uno stampo da plumcake da 23x13 cm.
Togliete la pasta dal recipiente dell'impastatrice, spolverizzate la spianatoia con la farina e adagiate l'impasto, picchiettandolo e schiacciandolo.
Incorporate il composto con i pomodori e la cipolla e aggiungete il basilico sminuzzato fresco.
Potreste aver bisogno di aggiungere un altro pò di farina, se l'impasto dovesse diventare troppo umido per l'aggiunta delle verdure.
Impastate per amalgamare il tutto e appiattite l'impasto. Dategli la forma di un rettangolo spesso 2,5 cm.
Piegate i lati lunghi verso il centro, piegate poi nuovamente a metà, sempre nel senso della lunghezza.
A questo punto arrotolate l'impasto fino a aggiungere una lunghezza di circa 40 cm.
Modellate a forma di "S" e mettetelo nello stampo.
Copritelo con della pellicola unta d'olio e lasciatelo lievitare finché la cupoletta della pagnotta sporge dallo stampo.
Preriscaldate il forno a 200°.
Fate la glassa mescolando 1 cucchiaio di acqua con l'albume d'uovo. Spennellate la pagnotta e cospargete la superficie con i fiocchi di avena.
Infornate e cuocete per 35-40 minuti o finchè il pane non diventa dorato.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 19 luglio 2012

Cheesecake con i Mirtilli


A New York è la torta per eccellenza e si serve con salsa di fragole o di cioccolato.
Per assecondare l'estro, cambiamo versione e la decoriamo con i mirtilli. 
Trovo che questo frutto dalle innumerevoli proprietà benefiche leghi alla perfezione con il gusto
"particolare e deciso" di questo dolce.
O forse è una mia idea.. dal momento che adoro i frutti di bosco ^__^ !!!

Sempre con me:
Tortiera Guardini

INGREDIENTI PER LA BASE:
  • 300 g di biscotti secchi
  • 100 g di burro fuso
  • 1-2 cucchiai di acqua
INGREDIENTI PER LA FARCIA:
  • 500 g di Philadelphia
  • 200 g di panna
  • 180 g di zucchero
  • 2 albumi
  • scorza e 4 cucchiai di succo di limone
INGREDIENTI PER LA COPERTURA:
  • mirtilli
Ho preso la ricetta da "Più Dolci" di luglio/agosto 2012.
Per la base, tritate i biscotti e mescolateli con il burro e l'acqua.
Distribuite il composto sul fondo di uno stampo unto (a cerniera) e pressatelo bene con le mani.
Per la farcia, mescolate il formaggio con 140 g di zucchero e unite la panna, io ho usato la planetaria. Otterrete una crema liscia e gonfia.
Aromatizzate con il succo e la scorza grattugiata di limone e incorporate gli albumi montati a neve con lo zucchero rimasto.
Versate la farcia sulla base di biscotti, livellate la superficie e cuocete in forno a 160° per 40 minuti.
Quando il cheesecake sarà cotto, sfornate e lasciate raffreddare completamente.
Distribuite i mirtilli.
Fate riposare il dolce in frigo per qualche ora e servite.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 16 luglio 2012

Crostata Estiva.. Frolla al Farro con Composta di Pesche e More


Luglio, stagione di pesche, mi piacciono talmente tanto che le mangio a qualsiasi ora della giornata.
In questo periodo le preferisco al naturale, ma ho fatto scorta per l'inverno preparando dolcissima confettura che rallegrerà le fredde colazioni invernali e anche qualche dolce. Quest'anno poi gli alberi sono stati generosissimi, forse per farsi perdonare l'estate passata, con un raccolto deludente e quasi inesistente.
Da qualche giorno mi ronzava per la testa l'idea di un bel dolce "carico" di frutta.
Ecco l'idea, una crostata con una ricca farcia di composta di pesche e qualche mora.. poche  perché cominciano solo ora a maturare.
Ho preparato la frolla con farina di farro e zucchero di canna grezzo, per ottenere come piace a me una base più rustica.
Preparata al pomeriggio e gustata a temperatura ambiente la sera, meglio però servirla fredda.
Felice lunedì a tutti!!!

INGREDIENTI:
Per la frolla, lavorate rapidamente le farine con il burro, poi unite lo zucchero di canna grezzo e aggiungete l'uovo.
Grattugiate la buccia di un limone e cominciate a lavorare il tutto velocemente fino a formare un panetto.
Avvolgetelo con la pellicola e trasferite in frigorifero per un'ora.
Per la farcia, lavate, sbucciate e tagliate a pezzettoni le pesche, trasferitele su una padella, aggiungete lo zucchero e cuocete per una decina di minuti a fiamma vivace, deve solo asciugarsi il liquido rilasciato, ma i pezzi di pesca non devono disfarsi completamente.
Stendete la frolla sulla spianatoia, foderate lo stampo unto e infarinato e punzecchiatela sul fondo.
Distribuite le pesche in modo uniforme.
Con la pasta frolla avanzata, formate i cordoncini e poneteli a piacere sulla crostata.
Distribuite le more.
Cuocete a forno preriscaldato per 30-35 minuti a 180°
Servite fredda.
Conservare in frigorifero.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 12 luglio 2012

Friselle


Martedì, infischiandomene del caldo tremendo, ho preparato le friselle :) !!!
Ho preso le dosi e ho seguito i consigli di Tinuccia. Sono imperfette, ma le trovo carine e come prima volta, sono soddisfattissima del risultato.
Quanto sono buone!!! Cena fresca, sfiziosa e tutti felici.
Pomodoro, origano fresco, qualche rondella di cipolla rossa, un filetto di acciuga e un filo di ottimo olio extravergine di oliva.
Meravigliose!! ..ci siamo tolti la voglia.
Con queste dosi ho ottenuto 12 ciambelline, quindi 24 friselle. La prossima volta "tento" la cottura con il forno a legna.

INGREDIENTI:
  • 500 g di semola di grano duro Molino Rossetto
  • 170 g di lievito madre
  • 1 cucchiaino abbondante di sale
  • 300 ml circa di acqua tiepida
Rinfrescate il lievito madre la sera.
Al mattino prendete 170 g di lievito e scioglietelo completamente nell'acqua.
Setacciate la farina in una terrina capiente, al centro del mucchio praticate una buca e versatevi il sale. Amalgamate il tutto con una forchetta, aggiungendo un pò per volta l'acqua con il lievito sciolto.
Lavorate ora l'impasto sulla spianatoia per almeno 10 minuti, allargandolo, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo fino a completo assorbimento del liquido.
Rimettete l'impasto nella terrina leggermente infarinata, copritelo con un canovaccio umido e ponetelo a lievitare per circa un'ora.
Io a differenza di Tinuccia ho formato delle friselle più piccole.
Dividete l'impasto in 12 pezzi uguali, formate con ognuno un rotolo lungo circa 25 cm Prendete il rotolino a metà lunghezza, attorcigliate il rotolino su se stesso, tenendo un occhiello finale che utilizzerete per inserire l'altro capo e chiudete la coroncina (vedi foto).
Ponete le ciambelle, non troppo vicine, sulla lastra del forno foderata con carta da forno e ponete a lievitare nuovamente per 6-7 ore. Con questo caldo a me sono bastate 5 ore.
Cuocete per 20 minuti circa a 200°. (regolatevi con il vostro forno)
A cottura ultimata toglietele dal forno e fatele raffreddare, tagliatele orizzontalmente in due metà.
Rimettetele in forno con la parte tagliata rivolta verso l'alto e passatele ancora in forno finché non prendono un bel colore dorato.
Sfornate e lasciate raffreddare.
Se al momento di servirle volete renderle più morbide, immergetele per qualche secondo in una ciotola d'acqua fredda e distribuite poi su di esse il condimento scelto.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 9 luglio 2012

Gelato al Pangrattato Caramellato e Petali di Calendula


Eccomi di ritorno da una breve vacanza ritemprante, ogni tanto ci vuole!!
Oggi vi offro un gelato "particolare", gusto Pangrattato caramellato e petali di Calendula.
Avete mai provato ad aggiungere qualche foglia di calendula alle vostre insalate? Oppure i petali per insaporire un insolito risotto o graziosi e golosi biscottini?? Provate!! Mi raccomando però, la pianta non deve aver subito trattamenti chimici e deve crescere lontana da strade. Io le semino tutti gli anni tra le aromatiche, regalano tanto colore ed emanano un delicato profumo. Non confondetele con le tagete!!!!!!!!!
Ma torniamo al gelato, ho preso spunto da una ricetta trovata su Sale & Pepe di Maggio, ho poi giocato, aggiungendo e riducendo alcuni ingredienti, seguendo l'estro del momento.
Buonissimo e particolare anche senza petali, non vi resta che provare.
Vi servo questo rustico e campestre gelato su un "vecchissimo" servizio di bicchieri, dono della mia tenera, golosissima e quasi centenaria nonna Irene, nominata prima assaggiatrice e giudice delle mie preparazioni (moooooolto di parte ^____^).
Felice settimana!!!!

INGREDIENTI:
  • 150 g di pangrattato
  • 500 ml di latte
  • 200 ml di panna fresca
  • 3 tuorli
  • 200 g di zucchero
  • 1 baccello di vaniglia
  • i petali di una calendula
Montate i tuorli con metà dello zucchero fino a ottenere un composto spumoso.
Scaldate il latte e la panna con il baccello di vaniglia inciso nel senso della lunghezza.
Versate il latte filtrato sul composto di tuorli, mescolate e cuocete la crema a bagnomaria per circa 10 minuti, mescolando fino a che velerà il cucchiaio.
Fate raffreddare. Nel frattempo, lavate un fiore di calendula, asciugatelo delicatamente e togliete i petali.
Caramellate ora lo zucchero rimasto con 2 cucchiai di acqua, unite il pangrattato e mescolate per qualche secondo. Lasciate intiepidire e unite il tutto alla crema , tenendo da parte 2 cucchiai di pane caramellato.
Unite anche i petali che devono essere asciutti.
A questo punto io ho versato il composto nella gelatiera facendola funzionare per una mezz'ora.
Oppure se volete seguire la ricetta di Sale & Pepe, versate il composto in una teglia e fatela gelare in freezer mescolando di tanto in tanto per rompere i cristalli di ghiaccio e rendere cremoso il gelato. Servite nei bicchieri, decorando con le briciole di pane caramellate e qualche petalo di calendula.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest