venerdì 29 marzo 2013

Muffins di Primavera


Avrei voluto preparare la colomba e tante altre cose buone della tradizione, ma il tempo vola, tra mille impegni... non sono riuscita.
Vi lascio comunque un allegro dolcino...

un volo di farfalle per Augurarvi con tutto il cuore, 
una Felice, Serena e Gioiosa Pasqua.


INGREDIENTI PER I MUFFINS:
  • 110 g di Farina con Lievito Molino Rossetto
  • 90 g di burro morbido
  • 110 g di zucchero semolato
  • 2 uova sbattute
  • la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato
  • 2 cucchiai di limoncello
  • zucchero a velo azzurro per spolverizzare
INGREDIENTI PER LE FARFALLINE:
INGREDIENTI PER IL FROSTING:
  • 60 g di mascarpone
  • 100 g di zucchero a velo
  • limoncello q.b. (circa un cucchiaio)

In una terrina, setacciate la farina, aggiungete il burro morbido, lo zucchero, le uova sbattute e la scorza di limone  grattugiata. Unite i due cucchiai di limoncello e mescolate con una frusta. Il composto deve risultare soffice. Dividete quindi la miscela fra i pirottini.
Fate cuocere in forno per 15 minuti a 180° (forno preriscaldato), finché i dolcetti non saranno ben lievitati e dorati, fate la prova stecchino.
Trasferiteli in una gratella e fateli raffreddare.

Per i biscottini: tagliate su un foglio di carta, la sagoma di una farfallina.
Riportate la sagoma sulla pasta frolla ed incidete con un coltellino affilato.
Dividete la farfalla a metà, in modo tale da ottenere le due ali separate. Fate cuocere i biscottini per una decina di minuti a 180°, non devono colorire troppo. 
Sfornate e lasciate raffreddare i biscotti.

Nel frattempo, preparate il frosting.
Mettete il mascarpone in una terrina, setacciatevi lo zucchero a velo ed aggiungete il limoncello a gocce.
Sbattete bene con una frusta fino ad ottenere una crema soffice.

Pennellate le ali delle farfalline con la gelatina di fragole e decoratele con zuccherini colorati.

Con la sac à poche, distribuite il frosting su ciascun muffin e pressatevi sopra le due metà della farfallina, formando le ali.
Spolverizzate con lo zucchero a velo azzurro e servite.

Con questi dolcini partecipo al contest di Dana :) "Una dolce Pasqua"


La prima cosa che mi ha detto la mia cucciola quando ha visto questi dolci è stata: "Domani mattina me ne dai uno per merenda?" :) mi farebbe quindi piacere partecipare anche al contest di Cristina :) "Che merenda mi dai?"



Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 25 marzo 2013

Pane dolce con Miele di Arancio e Arancia Candita


La principale caratteristica di questo morbidissimo pane dolce è che il suo gusto cambia a seconda del miele che viene utilizzato. Questa volta ho scelto Miele di Arancio e scorzette di arancia candite.
Ideale per una piacevolissima colazione o una gustosa e sana merenda.

INGREDIENTI:
  • 450 g di Farina Manitoba Molino Rossetto
  • 100 g di lievito madre
  • 30 g di burro
  • 50 g di zucchero di canna
  • 1 mela piccola , sbucciata e ridotta in purè
  • 50 g di Miele di Arancio Rigoni di Asiago
  • 100 g di arancia candita a cubetti
  • un pizzico di sale
  • 250 ml circa di acqua tiepida
  • 1 uovo sbattuto e granella di zucchero per decorare


Inserite la foglia nell'impastatrice, versate l'acqua nella ciotola e spezzettate il lievito madre rinfrescato.
Azionate l'impastatrice e sciogliete il lievito.
A questo punto, aggiungete poco per volta, la farina setacciata, alternata al purè di mela, lo zucchero, il pizzico di sale ed il miele versato a filo. Unite in ultimo il burro morbido, ma non liquefatto.
Incordate l'impasto con la foglia.
Lasciate lievitare l'impasto coperto con pellicola, per circa 3 - 4 ore, finché non avrà raddoppiato il suo volume.
Trascorso il tempo, inserite il gancio e unite l'arancia candita a cubetti.
Azionate l'impastatrice a bassa velocità, in questo modo i canditi si distribuiranno in modo omogeneo.
Versate l'impasto sulla spianatoia e dividetelo a metà, allungate un pochino i due impasti con le mani. Intrecciateli tra loro.
Coprite con carta forno uno stampo da plumcake.
Adagiate l'impasto nello stampo e lasciatelo lievitare per qualche ora. L'impasto deve superare il bordo di circa due dita.
A questo punto, spennellate la treccia con l'uovo ed aggiungete lo zucchero in granella.
Cuocete nel forno già caldo a 200° per circa 30 minuti (gli ultimi 10 minuti, coprite con un foglio di carta stagnola, per evitare che prenda troppo colore).
Lasciate raffreddare su una gratella prima di servire.

Con questa ricetta, partecipo al Mielbio Contest Rigoni di Asiago.





Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

venerdì 22 marzo 2013

Strudel di Carciofi


Tante foglie, piccoli fiori e rustici rametti, così ho vestito il mio strudel. Ai miei ospiti l'idea è piaciuta molto, un ritaglio di sfoglia e un pizzico di fantasia... il gioco è fatto.
Oggi vi lascio la ricetta di questa torta salata, bella da vedere ottima da assaporare, perfetta per le ormai prossime gite fuori porta :) Benvenuta Primavera!!


INGREDIENTI:

Per la sfoglia:
Per la farcia:
  • 4 carciofi
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • 100 g di fontina
  • 1 tuorlo d'uovo
  • sale e pepe
Per la besciamella:
Per spennellare:
  • 1 tuorlo d'uovo

Mettete la farina sulla spianatoia e fate la fontana. Sgusciate al centro l'uovo intero, aggiungete due cucchiai di olio extravergine di oliva e un bel pizzico di sale.
Cominciate a impastare, versando poco per volta 100 ml (circa, valutate la consistenza della pasta) di acqua tiepida.
Lavorate fino a quando otterrete una pasta liscia e morbida.
Fate quindi una palla e lasciatela riposare, coperta, per trenta minuti.
Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne dure, tagliate le punte, divideteli a metà, nel senso della lunghezza ed eliminate il fieno interno.
Tagliateli infine a spicchi. In una padella, fate scaldare un filo d'olio, con lo spicchio di aglio e rosolatevi i carciofi. Salateli, pepateli, copriteli e lasciateli cuocere per 10 minuti, unendo poca acqua.
In una casseruola, fate fondere 30 g di burro, unite mezzo cucchiaio di farina e mescolate.Versate il latte caldo a filo, continuando a mescolare. Salate la besciamella ottenuta e toglietela dal fuoco, aggiungete il tuorlo, i carciofi e mescolate accuratamente.
Stendete la pasta in una sfoglia molto sottile e adagiatela su un foglio di carta forno.
Adagiate la farcia di carciofi al centro della sfoglia, creando un rettangolo, distribuitevi poi il formaggio tagliato a fettine e chiudete lo strudel, ripiegando prima un lembo di pasta sopra la farcia e poi l'altro. Sigillate bene i bordi.
Con la pasta tagliata via dai bordi, potete creare delle decorazioni da posizionare sulla superficie dello strudel.
Trasferite lo strudel sulla placca, spennellatelo con tuorlo d'uovo e mettetelo in forno già caldo a 190° per circa 40 minuti, se necessita, coprite lo strudel con carta stagnola, per evitare che prenda troppo colore.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

martedì 19 marzo 2013

Ciambella al Brandy


Per festeggiare i papà di casa :) ho preparato un'aromatica ciambella al Brandy.
L'utilizzo di una piccola parte di farina di mais, rende questo dolce, rustico, come piace al mio papà. 
Mandorle e un pizzico di noce moscata, per far felice il maritino ed infine l'aroma unico ed intenso di un buon Brandy, per accontentare... mio suocero. 
Certo, un tantino calorica, ma gli uomini di casa... la meritano.



INGREDIENTI:
Per la glassa:
  • latte q.b.
  • 2 cucchiai di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di Brandy

In una terrina capiente, ponete il burro morbido, i due zuccheri e utilizzando le fruste elettriche a velocità elevata, unite le uova, uno alla volta, mescolando tra un'aggiunta e l'altra, poi unite il Brandy.
Lavorate con le fruste fino ad ottenere un composto omogeneo e soffice, copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare per una mezz'ora a temperatura ambiente.
In un'altra ciotola, setacciate le due farine e il lievito, unite il sale e la noce moscata.
Mescolate il tutto finché gli ingredienti si saranno ben amalgamati. Unite questo composto  a quello tenuto a riposo, poi unite le mandorle tritate fini con un mixer.
Lavorate ancora il composto per qualche minuto e con l'aiuto di una spatola, trasferitelo in uno stampo da ciambella ben imburrato ed infarinato. Livellate e infornate a forno caldo (180°, forno statico), cuocete per circa 40 minuti, fate la prova stecchino.
A cottura ultimata, togliete dal forno, fate riposare il dolce nello stampo per una decina di minuti, poi sformatelo e fatelo raffreddare completamente.


Per la glassa, fondete in un tegame a fuoco basso il burro , unite lo zucchero a velo, il Brandy e il latte a filo. Sbattete il composto con energia, fino a ottenere una crema vellutata e morbida.
Ricoprite la superficie della ciambella con la glassa, versandola con un cucchiaio e decoratela con alcune mandorle.
Lasciate rapprendere la glassa, prima di servire.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

giovedì 14 marzo 2013

Margheritine di Stresa con Crema allo Zabaione


In giardino i primi iris, annunciano l'imminente arrivo della primavera, il meteo invece promette neve per il fine settimana... non può essere vero!!! Tantissima voglia di prati verdi, margherite, tepore e biancheria stesa al sole.

Per ora mi consolo con le Margheritine di Stresa, le conoscete? Biscottini friabilissimi e delicati creati dal pasticcere Pietro Antonio Bolongaro nel 1857, il quale mandò alla Villa Ducale dei dolcetti per allietare le giornate della futura Regina Margherita. La Principessa gradì moltissimo i dolci a tal punto da richiederli ogni volta che si trovava a Stresa. Da quel momento i pasticcini ebbero una grande fortuna e furono chiamati Margheritine in onore della principessa che tanto li amava.

Facili da preparare, perfette con una buona tazza di tè o per le grandi occasioni... intinte nello zabaione :)
Dimenticavo... assaporate due o tre giorni dopo, sono ancora più buone!!!
Un abbraccio a tutti :)

Sempre con me:
Farina Molino Rossetto
Tagliabiscotti e teglie da forno Guardini

INGREDIENTI PER LE MARGHERITINE:
  • 65 g di Farina di Grano Tenero "0" Molino Rossetto
  • 65 g di Fecola di Patate
  • 80 g di burro
  • 70 g di zucchero a velo
  • 2 tuorli sodi
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • la buccia grattugiata di un limone bio
  • zucchero a velo per lo spolvero

INGREDIENTI PER LO ZABAIONE:
  • 2 tuorli
  • 50 g di zucchero
  • 1/2 bicchierino di Marsala

Prepariamo le margheritine.
Ponete la farina e la fecola a fontana su una spianatoia. Unitevi il burro ammorbidito a pezzetti, lo zucchero a velo, i tuorli sodi, passati a setaccio, il cucchiaino di vaniglia e la buccia di limone grattugiata.
Impastate delicatamente e fate riposare la pasta in frigo, avvolta da pellicola per almeno tre ore (non meno).
Trascorso il tempo, tirate la pasta, utilizzando il mattarello e formate una sfoglia dello spessore di circa 4 mm. Con un tagliabiscotti, a forma di fiore incidete la pasta e disponete le margheritine su una teglia foderata con carta forno.
Cuocete a forno caldo (170°) per una quindicina di minuti, devono rimanere pallide, regolatevi con il vostro forno.

Per lo zabaione, amalgamate in un polsonetto (casseruola indispensabile per la cottura a bagnomaria) i tuorli con lo zucchero. Sbattete energicamente con una frusta, io per comodità, uso le frustine elettriche.
Aggiungete 1/2 bicchierino di Marsala, versato a filo senza smettere di sbattere e lasciate cuocere a bagnomaria fino a quando otterrete una spuma molto soffice.
Servite le margheritine accompagnate dallo zabaione ben caldo.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

lunedì 11 marzo 2013

Caponatina di Carciofi


Quest'anno i carciofi hanno prezzi esagerati, al mercato del mio paese li trovo a 0,90 cent l'uno...  davvero troppo, ma non rinuncio, mi piacciono e in questa stagione li preparo spesso, anche solo bolliti e conditi con sale, pepe e un filo d'olio extravergine di oliva.
I carciofi hanno tantissime proprietà, contengono acido folico, potassio, calcio, fosforo, ferro, inoltre le foglie sono ricche di cinarina, sostanza che facilita la digestione, insomma buoni e sani!!!
Detto questo, avete mai assaggiato la caponata di carciofi?
Contorno irresistibile, dal sapore deciso. Capperi, olive taggiasche, un velo di miele e per completare l'opera, qualche mandorla. Provate e mi direte :)
Vi lascio la ricetta, buon lunedì :)

INGREDIENTI:
  • 3 carciofi
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 20 olive taggiasche
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 5-6 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 2 cucchiai di aceto
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di miele di acacia Rigoni di Asiago
  • qualche mandorla
  • prezzemolo
  • sale e pepe
Idea presa e parzialmente modificata da Le Ricette PerdiPeso
Mondate i carciofi, tagliateli a spicchi e metteteli in acqua acidulata con succo di limone.
Nel frattempo, dissalate i capperi in una terrina con acqua fredda per almeno un'ora, sciacquateli abbondantemente sempre con acqua fredda.
Tritate la cipolla e il sedano e fate appassire in una pentola con qualche cucchiaio di olio,
unite le olive, i capperi e subito dopo i carciofi.
Mescolate e fate insaporire, aggiungete la salsa di pomodoro.
A questo punto coprite la pentola e cuocete per una mezz'ora. Verificate la cottura, versate il miele diluito con l'aceto e mescolate delicatamente per non rompere i carciofi.
Non vi resta che salare e pepare a piacere.
Servite con prezzemolo tritato fresco e qualche mandorla sminuzzata.

Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest

martedì 5 marzo 2013

Ciambelline ai Pistacchi


Ogni occasione, ogni momento del giorno ha il dolce che meglio gli si addice, per la prima colazione e la merenda vi suggerisco queste morbidissime ciambelline. 
Avvolte in carta d'argento, si conservano per più giorni, diventando ancora più buone. Potete sostituire i pistacchi con, nocciole, noci, mandorle, scorza d'arancia, di limone o con la stessa quantità di canditi tritati, a voi la scelta. 


INGREDIENTI:
  • 115 g di Farina con lievito Molino Rossetto
  • 100 g di burro ammorbidito
  • 110 g di zucchero
  • 2 uova sbattute
  • 60 g di pistacchi non salati tritati
  • 3 cucchiai di liquore al pistacchio
  • zucchero a velo per spolverizzare



Preriscaldate il forno a 180 °.
Tuffate i pistacchi privati della buccia in acqua bollente ed eliminate dopo pochi minuti la pellicina.
Asciugateli e tritateli con con un cucchiaio di zucchero.
Setacciate la farina in una terrina.
Aggiungete il burro, lo zucchero, le uova e i pistacchi tritati.
Aggiungete il liquore e mescolate accuratamente, finchè il composto non sarà morbido.
Imburrate ed infarinate accuratamente 6 stampini da mini ciambella o 10 - 12 pirottini  da muffin.
Fate cuocere in forno per 15-20 minuti, finché i dolcetti non saranno ben lievitati e dorati.
Trasferiteli su una gratella e fateli raffreddare.
Spolverate con lo zucchero a velo, servite.


Se vi è piaciuta la ricetta cliccate qui..

Follow on Bloglovin Follow Me on Pinterest